FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Giornata Mondiale Asteroidi, perché si festeggia il 30 giugno?

Il 30 giugno si celebra la Giornata Mondiale degli Asteroidi. Perché proprio questa data è stata scelta dall'Unesco nel 2014 per ricordare questi corpi celesti?
30 Giugno 2023 - ore 15:05 Redatto da Redazione Meteo.it
30 Giugno 2023 - ore 15:05 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

La Giornata Mondiale degli Asteroidi - o Asteroid Day - si festeggia oggi, 30 giugno. Ma perché proprio in questa data? La scelta non è casuale ed è legata a un evento avvenuto moltissimi anni fa ma ancora oggi in parte avvolto in una sorta di mistero.

30 giugno, Asteroid Day

Ricorre oggi - venerdì 30 giugno - l'Asteroid Day. Questa ricorrenza particolare potrebbe portare qualcuno a pensare che vi sia qualche nuovo asteroide pronto ad abbattersi sulla Terra, ma non è così. La scelta di istituire una giornata dedicata ai corpi celesti che viaggiano nell'universo è scaturita dalla volontà di ricordare l'evento di Tunguska del 1908 e al tempo stesso mantenere viva l'attenzione sulle possibili conseguenze di impatti di asteroidi sulla Terra.

Le celebrazioni ufficiali sono state istituite nel 2014 dall'Unesco su impulso di Brian May - chitarrista dei Queen e anche astrofisico - Russell Louis "Rusty" Schweickart - astronauta dell'Apollo 9 - Danica Remy - presidente della Fondazione B612 - e Grig Richters, regista e attivista politico.

Evento di Tunguska

Era il 30 giugno 1908 quando una fortissima esplosione distrusse - alle prime luci dell'alba -  una'are grandissima di foresta nella regione di Tunguska, nella Siberia orientale. La devastazione che tale evento provocò fu tale che i ricercatori riuscirono a raggiungere il luogo dell'impatto solo dieci anni dopo. Lo spettacolo che si mostrò ai loro occhi fu devastante, e ancora oggi - a oltre un secolo di distanza - non sappiamo con certezza quale sia stata la causa.

Cosa causò l'esplosione? Non sono stati scoperti né crateri né altri resti di un impatto, e questo - unito alla totale assenza di testimoni -  ha fatto sì che l'episodio rimanesse avvolto nel mistero. Una delle ipotesi più accreditate è quella che un piccolo asteroide - di circa 30/40 metri - sia esploso attraversando l'atmosfera. I suoi frammenti - stando a quanto riportato dagli studiosi - non avrebbero impattato con la Terra ma provocato uno spostamento d'aria tale da devastare questa grande superficie in Siberia.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, stop al caldo nei prossimi giorni: in arrivo 2 perturbazioni e aria fredda. La tendenza da lunedì 15 aprile
Meteo, stop al caldo nei prossimi giorni: in arrivo 2 perturbazioni e aria fredda. La tendenza da lunedì 15 aprile
Dopo aver portato un weekend di caldo estivo, l'anticiclone si indebolirà gradualmente dal 15 aprile: in arrivo nuove piogge e aria fredda.
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Aprile ore 03:27

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154