FacebookInstagramTwitterMessanger

Coronavirus, obbligo di mascherine FFP2 per trasporti, cinema, stadi. Ecco dove si devono usare

Covid-19, scatta l'obbligo di mascherine ffp2 per contrastare la variante Omicron. Ecco dove e quando.
{icon.url}25 Dicembre 2021 - ore 17:22 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
25 Dicembre 2021 - ore 17:22 Redatto da Redazione Meteo.it

Scatta l'obbligo di mascherine ffp2. Il decreto "Festività" del 23 dicembre ha introdotto una serie di nuove restrizioni per contrastare la diffusione del Coronavirus. L'impennata di positivi al Covid-19, causa variante Omicron, preoccupa l'Italia e il resto del mondo vista un'ondata senza precedenti di contagi. Per questo motivo il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto con limitazioni e provvedimenti di vario tipo tra cui l'obbligo della mascherina anche all'aperto e della ffp2 in determinati ambienti.

FFP2 obbligatoria contro Covid-19 e Omicron: ecco dove

Il Covid-19 continua a far paura. La variante Omicron sta facendo registrare una impennata di contagi senza precedenti in Italia ed Europa. Basti pensare che l'Uk ha infranto i 120 mila casi giornalieri, mentre il nostro Paese ne ha registrato più di 50mila, il numero più alto da inizio pandemia. Il Governo è corso immediatamente ai ripari con il decreto "Festività" che ha introdotto nuove restrizioni tra cui l'obbligo di mascherina all'aperto anche in zona bianca e delle mascherine ffp2 in particolari settori. Il provvedimento è già in vigore e durerà fino al 31 gennaio 2022. A comunicarlo è stato il ministro della Salute Roberto Speranza al termine della conferenza stampa del dpcm Natale: "mascherine obbligatorie anche all'aperto e FFP2 in alcuni ambiti come i trasporti a lunga percorrenza, trasporto locale, cinema e stadi".

Non solo, l'obbligo di indossare una mascherina di tipo FFP2 è richiesto anche per assistere a spettacoli all'aperto e al chiuso, nei teatri, cinema e musei. La ffp2 è obbligatoria anche in occasioni di eventi e competizioni sportive, ma anche su tutti i mezzi di trasporto come metro, tram, bus, treni, navi e aerei. Tra le limitazioni introdotte dal dpcm Natale anche il divieto di consumazione di cibi e bevande al chiuso. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha motivato questa scelta così: "numerosi studi scientifici confermano la grandissima importanza delle mascherine e cresce in presenza di una variante che ha fatto riscontrare una significativa capacità di aumentare il contagio".

Mascherine all'aperto e ffp2: le nuove regole anti-Covid 19

La stretta del Governo è necessaria per contrastare la diffusione del Coronavirus che, complice la variante Omicron, sta segnando dati e contagi mai registrati in questi due anni di pandemia. Il vaccino e le mascherine sono due delle armi indispensabili nella lotta contro il virus; in particolare l'utilizzo e l'obbligatorietà della ffp2 è stata approvata anche da Massimo Galli, ex direttore di Malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano che ha dichiarato: "sulle FFP2 sono assolutamente d'accordo a questo punto tenendo conto che danno una maggior garanzia è un provvedimento opportuno".

Non solo, Galli è d'accordo anche sul divieto di consumazione di cibi e bevande al cinema e nei palazzetti dello sport: "se tu mangi soprattutto cibi che ci metti un bel po' per finirli, significa che ti togli la mascherina e ovviamente il rapporto di contiguità con il tuo vicino di sedia è assolutamente negativo, quindi in questo momento non ci si può permettere il pop corn al cinema". L'unico appunto riguarda l'utilizzo delle mascherine all'aperto con Galli che ha fatto una precisazione: "spero ci sia scritto come elemento correttivo 'se sei da solo in mezzo al nulla devi avere la mascherina nella tua disponibilità nel momento in cui tu ti dovessi trovare in un contesto con molte persone' perché poi i provvedimenti per essere accettabili devono anche essere logici".

TG Meteo Nazionale - edizione delle 05:34
Notizie
TendenzaMeteo: da mercoledì 25 forti temporali e fine del caldo, ma non per tutti
Meteo: da mercoledì 25 forti temporali e fine del caldo, ma non per tutti
Una perturbazione potrebbe spegnere l'intensa ondata di caldo che sta interessando l'Italia, ma non dappertutto: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Maggio ore 08:48

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154