FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Multe stradali non pagate: ecco quando scatta il pignoramento, l'ipoteca e il fermo amministrativo

Cosa rischia chi non paga una multa? Dal pignoramento, all'ipoteca passando per il fermo amministrativo
14 Settembre 2023 - ore 17:38 Redatto da Redazione Meteo.it
14 Settembre 2023 - ore 17:38 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Cosa rischia chi non paga una multa? Quando un Comune non riceve il pagamento di una multa per violazione del codice stradale, l'ente può procedere alla riscossione facendo notificare una cartella esattoriale da parte dell'agente di riscossione. Si hanno 60 giorni di tempo per adempiere al pagamento, in assenza del dovuto, l’agente di riscossione attua le misure di recupero credito. Gli interessi sulla somma dovuta aumentano ogni sei mesi del 10%.

Recupero del pagamento di una multa stradale?

In caso di multe non pagate, per recuperare il pagamento le strade sono due: le misure cautelari come il fermo amministrativo e l’ipoteca sugli immobili, oppure le misure esecutive come il pignoramento. Bisogna ricordarsi però, che le multe stradali hanno una prescrizione quinquennale.

Il fermo amministrativo dell’automobile

Per il fermo amministrativo non serve avere un debito altissimo. La notifica deve avere 30 giorni di preavviso per fare in modo che il debitore possa pagare in un’unica soluzione o a rate. Questa procedura serve a fare in modo che l'auto non venga usata e danneggiata in vista di un pignoramento (eventualità molto rara). In questo caso, l’auto non può circolare, ma può essere rottamata o venduta (l’acquirente, dovrà essere informato del fermo amministrativo). Saldato il debito, l'auto potrà circolare.

Ipoteca sulla casa

Per l’ipoteca il debito dovrebbe essere di oltre 20.000 euro. Anche in questo caso il preavviso è di 30 giorni. Non è impedita la vendita dell’immobile e nemmeno a chi lo possiede di abitarlo.

Quando il pignoramento?

Il pignoramento di stipendio o della pensione, deve seguire le regole in base all’importo della mensilità che variano da un decimo a un quinto. Il pignoramento  relativo al conto corrente, può essere invece per intero, ma sempre nel limite del debito pendente. La casa può essere pignorata solo e soltanto se il debito è pari o superiore a 120.000 euro. (La prima casa non è pignorabile).

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, da giovedì 27 migliora per l'espansione dell'anticiclone, ma al Nord non durerà a lungo
Meteo, da giovedì 27 migliora per l'espansione dell'anticiclone, ma al Nord non durerà a lungo
Da metà settimana il vortice si allontanerà, permettendo una nuova espansione dell'alta pressione sull'Italia: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Giugno ore 03:00

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154