FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Meteo, inizio marzo con altra neve a quote basse: ecco dove

Tempo molto instabile nei primi giorni di marzo con rovesci e nevicate a quote piuttosto basse in Piemonte. Neve anche sugli Appennini. La tendenza meteo
28 Febbraio 2023 - ore 11:48 Redatto da Redazione Meteo.it
28 Febbraio 2023 - ore 11:48 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Nella seconda parte della settimana il mar Mediterraneo resterà sede di una circolazione depressionaria lasciata in eredità dalle due ultime perturbazioni di febbraio (la 8 e la 9), il cui centro tenderà a gravitare tra la Sardegna e il mar Tirreno, per trasferirsi verso la Sicilia e lo Ionio meridionale e attenuarsi definitivamente nel corso del primo weekend di marzo.

Tendenza meteo: inizio marzo molto instabile e con altra neve

L’inizio del mese di marzo dunque, si profila molto variabile, a tratti instabile, con occasione per altre precipitazioni, ancora una volta più probabili sulle regioni centro-meridionali dove, fino a sabato, resterà elevato il rischio di piogge, rovesci sparsi e occasionali temporali, specialmente nella giornata di venerdì. Sono attese ulteriori nevicate sui rilievi appenninici fino 1200-1400 metri circa nella giornata di venerdì.

Giovedì 2 marzo la giornata inizierà con precipitazioni sparse al Nord, nevose intorno a 800-100 metri ma a quote anche inferiori sul basso Piemonte con nevicate più abbondanti sulle Alpi occidentali, dove insisteranno anche nel pomeriggio, mentre le piogge tenderanno a cessare entro sera nelle altre regioni. Tempo molto instabile con rovesci e temporali più probabili su basso Lazio, Sicilia occidentale e est della Sardegna, con fenomeni anche di forte intensità, a causa dell’insistenza del vortice depressionario centrato tra il Lazio e la Sardegna. Qualche debole nevicata sui rilievi abruzzesi e molisani oltre i 1400 metri. Le schiarite più ampie al mattino riguarderanno la Puglia e i settori ionici del Sud.

Giornata ventosa sui mari di Ponente con in particolare per la Tramontana sul Ligure e il Maestrale sul Canale di Sardegna. Venti intensi anche sulle coste laziali. Temperature massime in aumento al Centro-sud.

Da venerdì il tempo tornerà più stabile e in parte soleggiato con ampie zone di sereno al Nord e temperature diurne in aumento più vicine alla norma, mentre l’instabilità insisterà al Sud e sulle Isole dove saranno ancora possibili rovesci di forte intensità. I venti più intensi sono previsti sulla Sardegna e sui mari circostanti che risulteranno anche molto mossi. Domenica il tempo andrà nettamente migliorando anche al Centro-Sud, con le ultime isolate precipitazioni tra Calabria meridionale e Sicilia. Dal punto di vista termico, si andrà incontro ad un rialzo delle temperature, destinate a riportarsi ovunque su valori prossimi alla norma, al più leggermente al di sotto su quelle meridionali.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, nuova ondata di caldo in vista: punte oltre 35 gradi
Meteo, nuova ondata di caldo in vista: punte oltre 35 gradi
Temperature di nuovo in netto aumento dalla seconda parte della settimana: torna l'Anticiclone Nord-Africano. Al Nord clima afoso da giovedì 27 giugno. La tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Giugno ore 18:05

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154