FacebookInstagramTwitterMessanger

Meteo, giovedì 19 gennaio perturbazione n.8. Aria artica

A pilotare l’aria fredda ci penserà la perturbazione n.8: le temperature caleranno sensibilmente anche sulle regioni centro-meridionali. Rischio neve in pianura
{icon.url}18 Gennaio 2023 - ore 12:53 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
18 Gennaio 2023 - ore 12:53 Redatto da Redazione Meteo.it

Dopo settimane di latitanza, adesso l’inverno irrompe in Europa, grazie ad un radicale cambio della circolazione atmosferica, in favore di una dinamica meteorologica decisamente più perturbata e più fredda. In Italia, a sperimentare un primo raffreddamento sono le regioni settentrionali: tuttavia, a partire da giovedì 19 gennaio, con la propagazione dell’aria artico-marittima fino al cuore del mar Mediterraneo, le temperature caleranno sensibilmente anche sulle regioni centro-meridionali, sino ad oggi rimaste esposte ad un flusso più temperato sud-occidentale.

A pilotare l’aria fredda ci penserà la perturbazione n. 8, il cui ingresso dal Golfo del Leone nella serata odierna innescherà la formazione di una circolazione ciclonica tra Liguria e Toscana, in successivo scivolamento verso sud-est.

Attenzione al rischio di neve fino in pianura, tra la prossima notte e la giornata di giovedì, al Nord-Est e soprattutto in Emilia, fino a quote di bassa collina al Centro e sulla Sardegna. A seguire, tra venerdì e sabato, la perturbazione n.9 investirà le Isole, il Sud e poi il medio Adriatico, con un altro carico di piogge e nevicate fino a quote basse.

La tendenza a medio-lungo termine suggerisce una prosecuzione della fase pienamente invernale, con temperature destinate a portarsi e a mantenersi diffusamente sotto la norma anche all’inizio della prossima settimana.

Le previsioni meteo per giovedì 19 gennaio

Dal pomeriggio rasserena all’estremo Nord-Ovest, cielo da nuvoloso a coperto nel resto del Paese, salvo alcune schiarite tra basse Marche, Abruzzo e Molise. Neve fino in pianura in Emilia, mista a pioggia su Veneto e Friuli Venezia Giulia. Precipitazioni sparse, intermittenti, lungo il versante tirrenico, in Umbria, in Sardegna, nel nord e ovest della Sicilia. Quota neve tra 500 e 900 metri al Centro e sulla Sardegna (anche meno sull’isola e sull’alta Toscana), oltre 900-1200 metri sull’Appennino meridionale.

Temperature in generale diminuzione, più sensibile al Nord-Est, sulle regioni peninsulari e sulle Isole. Venti: Maestrale burrascoso sulla Sardegna, forte Tramontana in Liguria, Bora sull’alto Adriatico. Mari: molto mossi o agitati i bacini occidentali e lo Ionio.

Le previsioni meteo per venerdì 20 gennaio

Deboli nevicate fino in pianura in Emilia, miste a pioggia su Polesine e costa romagnola, in esaurimento dal pomeriggio. Piogge e nevicate fin verso 500-700 m sulla Sardegna, in attenuazione in serata quando il maltempo si sposterà sul medio Adriatico, al Sud e sulla Sicilia, con piogge, rovesci e neve oltre 600-1000 metri. Neve a quote più basse (400-600 m) su Abruzzo e Molise, anche meno (100-300 m) nelle Marche.

Temperature minime e massime in diminuzione quasi ovunque. Clima invernale, con valori inferiori alla norma. Venti in attenuazione, moderati o tesi settentrionali sulla Sardegna, di Grecale sull’alto Tirreno, di Bora sull’alto Adriatico, di Tramontana in Liguria. Mari: molto mossi o agitati i bacini meridionali e il mare di Sardegna.

Notizie
TendenzaMeteo, da giovedì 30 marzo torna la primavera. Possibile cambio di scena in aprile
Meteo, da giovedì 30 marzo torna la primavera. Possibile cambio di scena in aprile
Nella seconda parte della settimana rialzo termico con temperature nuovamente sopra la media. Un peggioramento generale potrebbe profilarsi a partire da domenica 2 aprile
Mediaset

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Marzo ore 18:53

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154