FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Da stasera le Liridi, stelle cadenti di primavera, incanteranno con una pioggia di meteore di origini antichissime

Le Liridi pronte a incantare chi, da stasera, volgerà lo sguardo verso la volta celeste. Ma quando osservarle per ammirare uno spettacolo mozzafiato, e affidare alle stelle cadenti di primavera qualche desiderio?
16 Aprile 2023 - ore 14:21 Redatto da Redazione Meteo.it
16 Aprile 2023 - ore 14:21 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Le Liridi - conosciute anche come stelle cadenti di primavera - sono lo sciame di meteore più antico tra quelli a noi noti. Alcuni documenti risalenti a 27 secoli fa testimoniano già la pioggia di stelle che - ancora oggi - incanta ogni anno migliaia di appassionati. Da stasera saranno così in molti a cercare di individuarle nella volta celeste, ma quando è il momento migliore per sperare di individuarne qualcuna a cui affidare un desiderio?

Arrivano le Liridi, le stelle cadenti di primavera

Dopo le Quadrantidi, che hanno illuminato il cielo a inizio anno, non ci sono stati altri sciami significativi, ed è per questo in molti attendevano l'appuntamento con le Liridi. Le stelle cadenti di primavera non hanno disatteso le aspettative e sono tornate - puntuali come ogni anno - a "popolare" il cielo di aprile.

Si tratta di una pioggia di meteore antichissima che deve il suo nome al radiante - il punto da cui sembra che le meteore abbiano origine - localizzato nella costellazione della Lira. Originate dai detriti della Cometa C/1861 G1 Thatcher, le Liridi sono state osservate per la prima volta in Cina intorno al V o al IV secolo a.C, e sono attive dal 16 al 28 aprile di ogni anno.

In genere queste stelle cadenti non hanno attività particolarmente appariscente, e il loro tasso di frequenza si aggira tra le 10 e le 30 meteore ogni ora. Tuttavia possono avere degli incrementi che le portano a livelli di circa 100 meteore/ora, o anche oltre. Questo è quanto avvenuto, ad esempio, nel 1982 nel continente americano, dove i più fortunati hanno potuto ammirare una pioggia di stelle cadenti con 300 meteore/h.

Ma quando dedicarsi all'osservazione delle Liridi con la speranza di individuarne molte a cui affidare un gran numero di desideri? Il picco di questo sciame meteorico è previsto quest'anno nelle ore serali del 22 aprile, anche se il momento migliore per l'osservazione sarà domenica 23 aprile poco prima dell'alba, quando la Luna non creerà alcuna interferenza. Il nostro satellite tramonterà infatti poco prima delle 23, lasciando la volta celeste completamente avvolta nel buio. Si tratterà quindi di un appuntamento irrinunciabile per gli skywatcher a caccia di stelle cadenti, che potranno godersi appieno lo show celeste con qualche desiderio in tasca, pronto per essere affidato alle Liridi.

Dove ammirare le Liridi, la pioggia di stelle primaverile

Sperando in cieli sereni sarà possibile osservare le Liridi in tutto il loro splendore scegliendo punti lontani da inquinamento luminoso. La costellazione della Lira si trova a Nord-Est della stella Vega, ma non sarà necessario osservare direttamente la Lira per individuarle.

Il nostro consiglio è quello di sdraiarsi a terra, con i piedi rivolti a Est. In questo modo sarà possibile avere una visuale abbastanza ampia da garantirsi la possibilità di individuarne il maggior numero possibile. Dopo aver atteso qualche minuto - così da consentire agli occhi di abituarsi all'oscurità - sarà possibile iniziare a cercarle nel cielo, individuando anche quelle più deboli.

E se piove? Nel caso in cui il momento di picco delle Liridi fosse "rovinato" da condizioni meteo sfavorevoli, sarà comunque possibile seguire l'evento in diretta streaming, collegandosi a Virtual Telescope che proporrà una full immersione tra le stelle cadenti dello sciame meteorico più antico a partire dalle 00.30 UTC (2,30 ora italiana).

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, da giovedì 18 vortice ciclonico sull'Italia: la tendenza fino al weekend
Meteo, da giovedì 18 vortice ciclonico sull'Italia: la tendenza fino al weekend
Sull'Italia potrebbero persistere condizioni meteo instabili fino al weekend del 20-21 aprile: la tendenza
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 16 Aprile ore 06:56

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154