FacebookInstagramTwitterMessanger

Tendenza meteo: tra venerdì 21 gennaio e sabato 22 torna l'inverno

L’alta pressione tenderà a ritirarsi e una perturbazione in discesa dal Nord-Atlantico ci attraverserà da nord a sud. L'aria gelida che la segue riporterà l'inverno
{icon.url}17 Gennaio 2022 - ore 11:51 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
17 Gennaio 2022 - ore 11:51 Redatto da Redazione Meteo.it

Dopo diversi giorni di dominio anticiclonico da giovedì 20 gennaio l’alta pressione tenderà a ritirarsi lasciando il campo a correnti nord-occidentali. In questo flusso si muoverà una perturbazione in discesa dal Nord-Atlantico che attraverserà da nord a sud anche il nostro Paese. Tra venerdì 21 e sabato 22 l'aria gelida che segue la perturbazione riporterà l'inverno sul nostro Paese.

Giovedì al mattino tendenza a schiarite al Nord-Ovest, ancora abbastanza soleggiato tra Puglia e alto Ionio. Nuvole più o meno consistenti nel resto d’Italia con locali precipitazioni su Venezia Giulia, Emilia orientale, Romagna, Toscana, Umbria, nord delle Marche, Lazio, coste campane e sud-ovest della Sicilia; in Appennino limite della neve oltre i 1100-1400 m. Nel pomeriggio migliora anche sull’alta Toscana e al Nord-Est con nuvole più insistenti in Alto Adige e in Romagna. Ancora locali precipitazioni tra sud delle Marche, basso Lazio, Campania, Cosentino e Appennino centrale con neve fino ai 1300 m. In serata piogge possibili anche tra coste abruzzesi e Gargano, migliora nel Lazio.

Temperature minime in aumento su Emilia, Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna; massime in lieve calo su Alpi, Nord-Est, gran parte del Centro e Sardegna, lievi aumenti su basso Adriatico e Ionio. Venti occidentali fino a moderati su Tirreno, Sud e Isole con rinforzi di Maestrale nell’ovest della Sardegna. Mari: moto ondoso in aumento. Fino a molto mosso il Mare di Sardegna; tendenti a mossi tutti gli altri mari di ponente e basso Ionio.

Venerdì il fronte nuvoloso interesserà ancora le estreme regioni meridionali con alcune precipitazioni per lo più concentrate tra la Calabria e il nord-est della Sicilia; alle spalle del fronte si propagherà un po’ in tutta Italia aria fredda di origine artica convogliata da venti settentrionali anche sostenuti al Centro-Sud. Ne conseguirà quindi un raffreddamento più sensibile al Nord-Est, nelle regioni adriatiche e sabato nelle regioni meridionali.

Vivremo quindi una parentesi di temperature decisamente più invernali con valori in queste zone anche sotto le medie stagionali. Sabato i gelidi e forti venti di Tramontana presenti al Sud potranno favorire anche qualche fiocco di neve a quote decisamente basse tra il Molise e il settore del sud peninsulare. In seguito la tendenza dovrebbe essere per un nuovo aumento della pressione a iniziare dal Nord-Ovest e con graduale afflusso di aria meno fredda.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 14:35
Notizie
TendenzaMeteo, da giovedì 26 un vortice di maltempo spegne il grande caldo
Meteo, da giovedì 26 un vortice di maltempo spegne il grande caldo
L'intensa ondata di caldo volgerà al termine verso la fine della settimana per l'arrivo di aria più fresca e un vortice di maltempo: le previsioni meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Maggio ore 20:25

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154