FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Il comune più piccolo d'Italia è un piccolo borgo arroccato sul mare

Il più piccolo comune d'Italia ha un'estensione davvero ridotta, e racchiude. in quella piccola superficie, bellezze naturali e artistiche mozzafiato
18 Settembre 2023 - ore 15:55 Redatto da Redazione Meteo.it
18 Settembre 2023 - ore 15:55 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Foto da Wikipedia

Un borghetto arroccato sul mare, dal quale si può godere di una vista suggestiva, è per estensione il più piccolo comune d'Italia. Continua a leggere per scoprire di quale paese si tratta e magari programmare una piccola vacanza.

Un borgo arroccato sul mare di una bellezza straordinaria

Spesso pensiamo che solo le grandi mete turistiche possano offrire paesaggi mozzafiato, ma non sempre è così. La dimostrazione arriva da Atrani, un piccolo borgo arroccato sul mare che - per estensione - è il comune più piccolo d'Italia, ma che racchiude in una superficie ristretta una bellezza straordinaria.

Questo incantevole borgo affacciato sul mare si trova sulla Costiera Amalfitana, in provincia di Salerno in Campania ed è caratterizzato da una sola strada e una spiaggia di pescatori.

Se da un lato le bellezze delle Costiera Amalfitana sono conosciute in tutto il mondo, e sono migliaia i turisti che ogni anno scelgono di lasciarsi incantare dai colori di Positano, dai vicoli che "corrono" lungo il centro storico di Amalfi, dai pittoreschi villaggi Minori e Maiori, dall'altro vi sono località meno note al turismo di massa che comunque vale la pena visitare almeno una volta. Una di queste è sicuramente il borgo di Atrani - che con una superficie di appena 0,1206 km² può vantare il titolo di comune più piccolo d'Italia, ma anche di quello con la più alta densità di popolazione nella provincia di Salerno.

Tuttavia non sono questi primati a colpire di più, e passeggiando lungo i suoi vicoli non sarà difficile capire il motivo per cui - chi lo ha visitato almeno una volta - lo considera una meta imperdibile. Sicuramente se vi trovate a trascorrere qualche giorno sulla Costiera Amalfitana, una giornata da dedicare a questo borgo è una tappa irrinunciabile.

Cosa vedere ad Atrani

Sembra quasi impossibile che in una superficie di appena 0,1206 km² possano racchiudersi tante cose da vedere, eppure ad Atrani i monumenti non mancano. Il borgo si sviluppa in altezza attraverso tante rampe di scale che - nel corso degli anni - hanno fatto da sfondo anche a numerosi spot pubblicitari.

La piazzetta del centro è sicuramente uno dei luoghi imperdibili in occasione di una visita ad Atrani. Costruita per offrire uno sbocco sul mare ai pescatori rappresenta oggi il principale punto d'incontro per chi abita qui, ma anche una sosta "obbligata" per i turisti che vogliono lasciarsi incantare dalla suggestiva scenografia che si apre sulla costa.

A pochi passi dalla piazzetta si trova la Chiesa del Salvatore, costruita nel X secolo e restaurata - nella parte esterna - nel 1700. Qui venivano incoronati i duchi di Amalfi e ancora oggi si possono scorgere scolpiti in un pluteo marmoreo, i due pavoni simbolo di nobiltà. Un'altra tappa fondamentale è quella che prevede una visita alla grotta di Masaniello. Ad Atrani hanno soggiornato - nel corso dei secoli - molti personaggi noti e l'eroe napoletano trovò rifugio in una delle tante grotte della zona durante la sua fuga dagli agenti spagnoli. All'interno della grotta sono ancora visibili delle piccole vasche scavate nella roccia e utilizzate per la raccolta dell'acqua piovana.

Ad appena 50 scalini dalla grotta si trova la chiesa di Santa Maria Maddalena. Posizionato di fronte al mare e costruito sui resti di un antico fortilizio, l'edificio religioso fu eretto nel 1274 in suffragio della Santa che avrebbe liberato il paese dai mercenari saraceni di Manfredi.

Prima di lasciare il borgo vi consigliamo una breve sosta alla Torre dello Ziro, dove venne segregata e giustiziata la duchessa napoletana Giovanna d'Aragona nel XVI secolo. Questa vicenda ha originato storie di fantasmi, dame bianche e racconti di strane apparizioni che hanno contribuito ad alimentare la credenza che la torre sia infestata.

Ma è soprattutto al tramonto che questo piccolo borgo sprigiona un fascino speciale, e visto di sera dalla spiaggetta sabbiosa che si affaccia sul mare permette di godere di uno spettacolo imperdibile.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, ondata di caldo africano nei prossimi giorni: potremo superare i 40 gradi!
Meteo, ondata di caldo africano nei prossimi giorni: potremo superare i 40 gradi!
Si conferma per i prossimi giorni un'ondata di caldo con possibili punte oltre i 40 gradi: quanto durerà? Gli aggiornamenti meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 15 Giugno ore 07:34

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154