FacebookInstagramTwitterMessanger

Perché si dice Estate di San Martino? Leggenda e curiosità

L’11 novembre segna l’Estate di San Martino: dall'antica leggenda religiosa alle curiosità
{icon.url}11 Novembre 2021 - ore 14:10 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
11 Novembre 2021 - ore 14:10 Redatto da Redazione Meteo.it

L'11 novembre segna l'inizio dell'Estate di San Martino, un momento particolare dell'anno che richiama alla memoria un'antica leggenda religiosa legata alla vita del Santo di cui porta il nome. Ma cos'è l'Estate di San Martino e quanto dura?

Estate di San Martino: il significato del nome e quanto dura

"L'estate di San Martino dura tre giorni e un pochino". Un antico proverbio spiega così l'entrata di un momento davvero particolare legato ad un'antica leggenda religiosa circa la vita di San Martino. Con l'espressione "estate di San Martino" si fa riferimento ad un periodo della durata di circa tre giorni che cade nella prima metà del mese di novembre. Si tratta di un periodo autunnale che segna un inversione di marcia sulle condizioni climatiche.

Dopo il primo freddo e le prime nevicate, l'Estate di San Martino generalmente segna l'arrivo del bel tempo con temperature in rialzo rispetto alle medie stagionali. L'11 novembre si festeggia anche San Martino. Da qui nasce l'idea di chiamarla "l'estate di San Martino" unendo la liturgia cristiana con la tradizione contadina visto che proprio in questi giorni vengono aperte le botti per i primi assaggi del vino novello.

Estate di San Martino: l'antica leggenda religiosa

L'antica leggenda religiosa dell'estate di San Martino riguarda la vita di Martino di Tours. Si narra che Martino, durante il suo soggiorno in Gallia, nel tornare a casa sotto un forte temporale incontra un mendicante per strada. La vista dell'uomo in precarie condizioni lo impietosisce a tal punto da volergli donare una parte del suo mantello per proteggersi dalla pioggia.

Quel gesto di altruismo fa placare la tempesta, il vento smette di soffiare e il cielo si colora d'azzurro. Quella stessa notte Martino sogna Gesù che gli rivela di essere lui il mendicante a cui ha donato il mantello che ritrova accanto al suo letto. Un sogno premonitore che spinge Martino a deporre le armi convertendosi al Cristianesimo. Inizia così il cammino di fede che lo porta a diventare il vescovo di Tours nel 371 d.C.

Tra le altre tradizioni legate al nome di San Martino c'è anche quella di essere il patrono dei cornuti. Il motivo? Per alcuni questa tradizione è legata alle corna del bestiame che nel mese di novembre vengono esposte nelle fiere, mentre altri lo collegano alle feste pagane promiscue che si svolgevano in questo periodo dell'anno.

Estate di San Martino, poesia e romanzo

Infine l'estate di San Martino è stata anche tema di poesie e romanzi. Come dimenticare la bellissima "San Martino, Novembre" di Giovanni Pascoli e il romanzo "L'estate di San Martino" scritto da  Adalbert Stifter.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 20:24
Notizie
TendenzaMeteo, ponte dell'Immacolata con piogge al Centro-Sud. Possibile neve al Nord
Meteo, ponte dell'Immacolata con piogge al Centro-Sud. Possibile neve al Nord
Tra mercoledì 8 e giovedì graduale peggioramento al Nord e sul Tirreno per l’arrivo di una perturbazione che potrebbe portare la neve fino a quote anche basse
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 04 Dicembre ore 03:16

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154