FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Meteo, da domenica 11 dicembre prima irruzione fredda della stagione

Dobbiamo aspettarci un calo sensibile delle temperature a partire dal Centro-Nord con un clima più invernale e un marcato rinforzo dei venti con raffiche di burrasca
7 Dicembre 2022 - ore 11:31 Redatto da Redazione Meteo.it
7 Dicembre 2022 - ore 11:31 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Nella giornata di sabato 10 dicembre il tempo sarà molto instabile o perturbato al Centro-Sud e sulle Isole, alle prese con un’altra veloce perturbazione, la n.4 di dicembre, proveniente sempre dal Mediterraneo occidentale, attesa già alla fine di venerdì sulla Sardegna e sulle regioni centrali tirreniche. Le precipitazioni, anche sotto forma di rovesci o temporali, potranno risultare intense tra Marche, Umbria, bassa Toscana, Lazio, Abruzzo occidentale e Campania, in serata anche sulla Calabria tirrenica, con il rischio di locali nubifragi.

Al Nord, dopo una prima parte di sabato senza precipitazioni, si potrebbe andare incontro ad un altro veloce peggioramento, a causa della perturbazione n.5, a carattere di fronte freddo, in discesa dall’Europa nord-occidentale e diretta verso la regione alpina. L’evoluzione resta molto incerta: stando agli ultimi aggiornamenti, direttamente coinvolte sarebbero dapprima la Lombardia e le regioni di Nord-Est, soprattutto a cavallo tra sabato e domenica; successivamente, nel corso della domenica, anche le regioni centrali.

La massa d’aria di origine artica associata al passaggio frontale causerà un brusco abbassamento del limite delle nevicate: prima al Nord (anche sotto i 500 metri nelle prime ore di domenica) poi sull’Appennino (sotto i 1000 metri o anche meno su quello settentrionale). Il Sud e le Isole non verrebbero coinvolte dalle precipitazioni, tuttavia l’aria fredda sembra intenzionata a propagarsi fino alle estreme regioni meridionali entro le prime ore di lunedì.

Dal punto di vista termico, questa potrebbe rivelarsi la prima vera irruzione fredda della stagione: dobbiamo infatti aspettarci un calo sensibile delle temperature a partire da domenica e dalle regioni centro-settentrionali e un clima dunque ben più invernale, insieme ad un marcato rinforzo dei venti nord-occidentali su tutto il Paese, con raffiche di burrasca sui mari di ponente, al Sud e sulle Isole.

L’incertezza previsionale aumenta ulteriormente con l’inizio della prossima settimana, quando si dovrebbe andare incontro ad un breve generale miglioramento, dopo gli ultimi effetti della perturbazione n.5, nella prima parte di lunedì, sulle regioni centrali adriatiche.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, ancora piogge e aria fredda nei prossimi giorni: la tendenza fino al 25 aprile
Meteo, ancora piogge e aria fredda nei prossimi giorni: la tendenza fino al 25 aprile
Via vai di perturbazioni e aria fredda: lo scenario meteo resta molto variabile almeno fino al 25 aprile. La tendenza e le zone a rischio pioggia
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 20 Aprile ore 09:26

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154