FacebookInstagramTwitterMessanger

Meteo, da venerdì 11 marzo ancora venti gelidi e freddo invernale

Dopo una breve tregua nella parte centrale della settimana, tornano le correnti gelide da venerdì 11 marzo. Nel weekend qualche pioggia: la tendenza meteo
{icon.url}8 Marzo 2022 - ore 12:01 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
8 Marzo 2022 - ore 12:01 Redatto da Redazione Meteo.it

Dopo un inizio di settimana caratterizzato dall'afflusso di correnti gelide dai Balcani, tra mercoledì 9 e giovedì 10 si profila un temporaneo rialzo delle temperature. Dal punto di vista delle precipitazioni non succederà quasi nulla, con la sostanziale prosecuzione di questa fase asciutta e siccitosa in molte regioni, in particolare quelle settentrionali. Da venerdì 11 torneranno a farsi strada le gelide correnti orientali con un nuovo calo delle temperature e un clima invernale dappertutto. Le regioni maggiormente interessate da questo nucleo freddo saranno quelle del Nord e quelle adriatiche fino alla Puglia. L'aria fredda, seppur in maniera attenuata, coinvolgerà anche il settore tirrenico e le Isole. Una situazione, questa, che ci accompagnerà sia nel weekend che a inizio della prossima settimana.

Venerdì sarà dunque una giornata che vedrà un cielo in gran parte nuvoloso al Nord con nubi più compatte sul nord ovest Pianura Padana, dove non si esclude qualche debole nevicata sul settore alpino occidentale. Al Centro-Sud si avranno schiarite più ampie tranne un po' di nuvolosità che andrà a interessare il Lazio, la bassa Calabria, la Sicilia orientale e le zone meridionali e orientali della Sardegna, comunque senza precipitazioni di rilievo. Venti da est a tratti moderati. Temperature in calo dappertutto tranne sulle Isole, dove si potranno raggiungere punte massime intorno ai 15 gradi.

Nel fine settimana di sabato 12 e domenica 13 marzo sarà ancora clima invernale e aria gelida: qualche pioggia al Sud e nelle Isole. La tendenza meteo

Nel fine settimana proveranno a farsi strada da ovest delle perturbazioni che riusciranno solo in parte a invadere il nostro territorio, quindi le piogge si limiteranno a poche aree della Penisola. Il grosso di queste perturbazioni rimarrà infatti ad ovest senza riuscire a rompere il muro dell'alta pressione.
Sabato 12 marzo sarà dunque un'altra giornata caratterizzata da una parte da correnti gelide orientali mentre a ovest potrebbe avvicinarsi una perturbazione seguita da venti di Scirocco. Nuvolosità in aumento, in maniera più decisa in Sicilia, Sardegna e bassa Calabria dove si avrà la possibilità di qualche pioggia. Al Nord-Ovest nuvolosità compatta con rischio di qualche fiocco di neve sulle Alpi piemontesi. Nel Nord-Est, in buona parte del Centro e del Sud dovrebbero prevalere le schiarite alternate a qualche nuvola, più compatta nel Lazio. Temperature in ulteriore e generalizzato calo con valori massimi ancora decisamente invernali.

Domenica 13 la situazione non dovrebbe presentare molti cambiamenti con queste correnti orientali molto fredde che insisteranno sul versante orientale mentre sul versante opposto si avranno ancora nuvole, più compatte sulle Isole, nella bassa Calabria, nel Nord-Ovest e in parte anche nelle regioni centrali tirreniche con ancora la possibilità di alcune piogge sulla Sardegna, dove saranno più insistenti, e tra la Sicilia orientale e la bassa Calabria con qualche nevicata che andrà a interessare tutte le Alpi occidentali. In tutte le altre regioni dovrebbero prevalere le schiarite alternate a qualche nuvola.
Temperature: stazionarie o in ulteriore calo, con un clima pienamente invernale al Nord e sulle regioni adriatiche mentre sulle regioni centrali tirreniche e nelle Isole dovrebbero raggiungere valori più elevati. Insiste la ventilazione da est. Questa situazione dovrebbe insistere anche nella giornata di lunedì 14 con temperature sostanzialmente invernali e assenza di precipitazioni di rilievo.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 06:38
Notizie
TendenzaMeteo, caldo decisamente anomalo per il Ponte del 2 giugno
Meteo, caldo decisamente anomalo per il Ponte del 2 giugno
I primi di giugno vedranno protagonista assoluta l’alta pressione africana associata a una massa d’aria molto calda che darà luogo a una nuova e intensa ondata di calore
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 28 Maggio ore 12:49

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154