Il tempo resta stabile, ma ancora per poco

Il dominio dell'alta pressione volge al termine: è in arrivo una perturbazione

| Redatto da Meteo.it

Anche la giornata di domani trascorrerà con tempo prevalentemente stabile, ma il lungo dominio dell'alta pressione sta per volgere al termine: tra venerdì e sabato si profila l'arrivo della perturbazione numero 3 di gennaio, un sistema perturbato di origine atlantica che, in termini di piogge e nevicate, farà sentire i suoi effetti soprattutto al Centro-Nord. Il passaggio della perturbazione richiamerà sull'Italia correnti più fredde nord-orientali che, soprattutto tra domenica e l'inizio della prossima settimana, provocheranno un sensibile calo delle temperature.

Il tempo resta stabile, ma ancora per poco   | NEWS METEO.IT

Previsioni meteo per giovedì. Quella di domani sarà un’altra giornata ben soleggiata sulle Alpi, il Friuli, gran parte del Piemonte, il sud delle Marche, il basso Lazio, il medio Adriatico, le regioni meridionali e la Sicilia. Altrove ci sarà una maggiore nuvolosità: cieli grigi, in particolare al mattino, nel settore ligure e su bassa Lombardia, Emilia Romagna, nord delle Marche e alta Toscana, dove non si esclude anche qualche locale nebbia. Tendenza a parziali schiarite nella seconda parte della giornata.
Temperature in leggero aumento nei valori minimi, e al Nord anche nelle massime. Venti fino a moderati di Maestrale sul medio e basso Adriatico e sull'alto Ionio.

Il tempo resta stabile, ma ancora per poco   | NEWS METEO.IT

Foto iStock/Getty Images

Previsioni per venerdì. La giornata si aprirà nel segno del tempo stabile in quasi tutte le regioni, con presenza di nebbie su gran parte della pianura e nelle valli tra Toscana, Umbria e alto Lazio. Già dalla tarda mattinata però saranno evidenti i primi segnali di cambiamento, sintomo dell’arrivo di una perturbazione - la numero 3 di gennaio - che nel corso della giornata porterà delle piogge tra Liguria e alta Toscana e qualche nevicata sulle Alpi occidentali. Tra sera e notte le precipitazioni si intensificheranno e interesseranno gran parte del Nord e la Toscana, con abbassamento della quota neve fino a 1.000-1.500 metri sulle Alpi e sull’Appennino settentrionale. Non si esclude qualche rovescio o temporale tra le coste liguri e quelle toscane. Isolate piogge potranno raggiungere anche l’Umbria, il medio e alto Lazio e la Sardegna nord-occidentale. Nelle altre regioni la situazione resterà più stabile e con ampie schiarite, fatta eccezione per qualche annuvolamento sul basso Tirreno.
Le temperature non subiranno grosse variazioni e i valori massimi saranno ancora leggermente sopra la media sulle regioni settentrionali. Libeccio in rinforzo sul Mar Ligure e sui mari di Corsica e di Sardegna, in serata tendenza a una generale intensificazione dei venti a partire dai mari occidentali.

Il tempo resta stabile, ma ancora per poco   | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette