FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Virus "zombie" di 50mila anni fa risvegliati dalla crisi climatica e potenzialmente pericolosi

Il cambiamento climatico comporta una nuova preoccupante conseguenza: il risveglio di virus preistorici vecchi 50mila e finora rimasti congelati
12 Marzo 2023 - ore 16:33 Redatto da Redazione Meteo.it
12 Marzo 2023 - ore 16:33 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Non solo surriscaldamento globale, siccità e scioglimento dei ghiacciai, la crisi climatica porta anche altri problemi come il risveglio di antichi virus.

Risvegliato un virus "zombie" di 50mila anni fa

La crisi climatica è una piaga con cui ogni giorno combattiamo ma che diventa sempre più grave e difficile da affrontare. Oltre ai problemi già noti da essa causati - come il surriscaldamento globale e la siccità - ora emergono dei nuovi preoccupati effetti provocati dal cambiamento climatico: il risveglio di antichi virus che consideravamo estinti. È recente infatti la scoperta da parte di un team di ricerca internazionale - costituito dall'Istituto zoologico dell'Accademia Russa delle scienze di San Pietroburgo, del Centro Helmholtz per la ricerca polare e marina di Potsdam in Germania e da altri istituti - di una serie di virus definiti "zombie" vecchi tra i 27mila e i 50mila anni che per lungo tempo erano rimasti innocui e ora tornano a far paura.

Ma come si spiega il risveglio di questi virus e cosa c'entra la crisi climatica? Il team di ricerca - guidato dal professor Jean-Michel Claverie dell'Istituto di Microbiologia, Bioenergia e Biotecnologia dell'Università di Aix-Marsiglia - ha esaminato i virus estratti dal permafrost e provenienti in origine da carcasse di animali preistorici e da altri campioni biologici emersi dal fiume Lena e dalla Kamchatka. Che cos'è il permafrost? Non è altro che lo strato di ghiaccio perenne siberiano, che avvolge il 20% della superficie terrestre ma che ora - a causa dei cambiamenti climatici - si sta sciogliendo rilasciando materiali organici congelati fino a un milione di anni fa, tra cui questi virus.

Come mai sarebbero pericolosi? Perché i nostri sistemi immunitari potrebbero non essere preparati alle caratteristiche di questi corpi a noi estranei, col rischio di provocare nuove epidemie difficili da arginare. In totale sono state risvegliate ben 13 specie di virus "zombie" che erano congelate dalla preistoria. Nel dettaglio appartengono a gruppi tassonomici chiamati Megavirus, Pacmanvirus, Pandoravirus, Cedratvirus e Pithovirus, che si ritroverebbero oggi a vivere in un mondo profondamente cambiato da quello che appartiene loro ma che restano comunque potenzialmente pericolosi per l'uomo.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, stop al gran caldo e tempo instabile nei prossimi giorni: dove arrivano i temporali? La tendenza dal 23 giugno
Meteo, stop al gran caldo e tempo instabile nei prossimi giorni: dove arrivano i temporali? La tendenza dal 23 giugno
Si conferma la fine dell'ondata di caldo africano, accompagnata da uno scenario meteo più movimentato. La tendenza nei dettagli
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Giugno ore 11:33

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154