FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Meteo, eccezionale ondata di caldo: 38-40 gradi, afa e notti tropicali. Dal 12 luglio temporali, ecco dove

Una perturbazione porterà dell'instabilità e una attenuazione della calura al Nord. Al Centro-Sud e sulle Isole invece insiste l'anticiclone africano: le previsioni meteo
11 Luglio 2023 - ore 06:00 Redatto da Redazione Meteo.it
11 Luglio 2023 - ore 06:00 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Siamo entrati nella fase più acuta della seconda ondata di caldo dell'estate 2023: la presenza incontrastata dell’Anticiclone Nord-africano continuerà a spingere il termometro vicino ai 40 gradi, ma il passaggio di una perturbazione riporterà temporali e un lieve calo delle temperature al Nord.

Martedì 11 il tempo rimarrà in prevalenza soleggiato, con appena la possibilità di isolati temporali pomeridiani sulle Alpi. Dal punto di vista termico insisterà ovunque il caldo afoso intenso, caratterizzato da notti tropicali (minime di 20 gradi e oltre), temperature massime diffusamente oltre i 30 gradi con punte di 40 gradi al Sud e Isole, tassi di umidità elevati (specie al Nord), mentre sulle Alpi lo zero termico (quota al di sopra della quale si trovano temperature inferiori a 0°C) si collocherà a quote insolitamente alte, intorno ai 4600-4800 metri.

Un parziale cambiamento della situazione è confermato per metà settimana, quando l’alta pressione si indebolirà sul suo bordo settentrionale, favorendo il ritorno di un po’ di instabilità al Nord, dove anche il caldo si attenuerà al costo però di temporali anche di notevole intensità. Nessun cambiamento invece nel resto d’Italia, dove questo caldo eccessivo proseguirà senza sosta.

Ondata di caldo africano per colpa di El Niño? No! Ricordiamo infatti che le irruzioni di aree di alta pressione sub-tropicale verso le nostre latitudini, per quanto rappresentino un’anomalia, a causa del cambiamento climatico si verificano con insolita frequenza oramai già da diversi anni: le temperature eccezionali previste per i prossimi giorni quindi non avranno tra le cause questo fenomeno, appunto El Niño, che ha preso il via da poco nell’Oceano Pacifico Equatoriale, e i cui effetti su molte aree (anche assai distanti) del Pianeta (teleconnessioni) si osserveranno solo nei prossimi mesi, e in particolare nel 2024.

Le previsioni meteo per martedì 11

Al mattino cielo ovunque sereno o poco nuvoloso. Nel pomeriggio temporaneo aumento della nuvolosità sulle zone alpine, con la possibilità di qualche rovescio; sempre soleggiato nel resto d’Italia.

Caldo afoso in ulteriore leggero aumento: temperature massime quasi dappertutto comprese fra 32 e 40 gradi, con picchi fino a 41-42 gradi in Sardegna.

Le previsioni meteo per mercoledì 12

Cieli sereni o poco nuvolosi al Centro-sud e sulle Isole Maggiori. Fase più nuvolosa e instabile, invece, sulle regioni settentrionali con il rischio di rovesci e temporali soprattutto su Alpi e Prealpi, ma non si escludono locali fenomeni in sconfinamento verso la Pianura Padana.

Temperature in lieve calo al Nord, leggermente più sensibile al Nord-ovest; temperature in ulteriore aumento al Sud e nelle Isole Maggiori dove sarà possibile superare localmente la soglia del 40 gradi.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo: ponte del 25 aprile molto variabile. Quando andrà via il freddo artico?
Meteo: ponte del 25 aprile molto variabile. Quando andrà via il freddo artico?
Colpo di coda invernale sull'Italia dove nella seconda parte di settimana si potrebbe vedere un graduale cambiamento. Ponte del 25 aprile incerto
Mediaset

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Aprile ore 17:00

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154