FacebookInstagramTwitterMessanger

Meteo, domenica 15 gennaio perturbazione n 5. Freddo e neve in vista

Si profila un radicale cambio della circolazione atmosferica: l’irruzione di aria artica la prossima settimana, determinerà un deciso calo termico, forti venti e neve
{icon.url}14 Gennaio 2023 - ore 12:36 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
14 Gennaio 2023 - ore 12:36 Redatto da Redazione Meteo.it

Dopo settimane di pesanti anomalie in Italia e in Europa, a breve si profila un radicale cambio della circolazione atmosferica a livello continentale, in favore di una dinamica meteorologica di stampo decisamente più invernale. Ad aprire questa nuova fase sarà la perturbazione n.5 del mese in avvicinamento al Settentrione la quale, nelle prossime 24-36 ore, darà luogo ad un peggioramento del tempo, più evidente alla fine di domenica 15 gennaio al Nord-Est e sul medio-alto Tirreno.

Un’altra veloce perturbazione transiterà lunedì in giornata (la n.6), una terza e più intensa (la n.7) investirà il Paese tra martedì e le prime ore di mercoledì, con precipitazioni localmente molto abbondanti, venti di burrasca e mari fino a molto agitati.

Durante questa fase il clima resterà mite al Sud, sulla Sicilia e su parte del Centro, con temperature spesso sopra la media. Il Nord, invece, sperimenterà un primo raffreddamento, con il rischio di neve fino in pianura nella giornata di martedì. Successivamente, tra mercoledì e giovedì, si conferma l’irruzione di aria artica nel cuore del mar Mediterraneo, con un calo delle temperature su tutto il nostro Paese. L’evoluzione appena descritta resta ancora molto incerta, specie sul fronte neve: per i dettagli, dunque, attendiamo i prossimi aggiornamenti.

Le previsioni meteo per domenica 15 gennaio

Cielo da nuvoloso a coperto sin dal mattino al Nord, regioni tirreniche fino alla Campania e sulla Sardegna; schiarite a tratti ancora ampie nel resto del Sud e in Sicilia. Fino a metà giornata poche piogge, per lo più su Levante ligure, alta Toscana, Venezia Giulia, Lazio e nevicate oltre 1000-1400 metri lungo le Alpi centro-occidentali. In serata precipitazioni in estensione a tutto il Nord-Est, Lombardia orientale e meridionale, tutta la Toscana e, isolatamente, all’Umbria e alla Campania. Quota neve in calo sotto i 1000 m sulle Alpi orientali.

Temperature massime in leggera flessione al Nord, in rialzo al Centro-Sud e Isole. Venti di Libeccio in rinforzo al Centro e sui mari di ponente.

Le previsioni meteo per lunedì 16 gennaio

Su tutte le regioni cielo da nuvoloso a molto nuvoloso, con schiarite solo temporanee. Il tempo sarà instabile e localmente anche perturbato, con precipitazioni più probabili su Alpi, Lombardia orientale, regioni di Nord-Est e tirreniche, Umbria e Sicilia. Quota neve in calo al Nord fin verso 500-700 m, oltre 900-1400 metri sull’Appennino centro-settentrionale.

Temperature massime in diminuzione al Centro-Nord e sulla Sardegna, in lieve aumento al Sud e sulla Sicilia. Venti da moderati a forti al Centro-Sud, con raffiche di burrasca: meridionali su basso Adriatico e Ionio, occidentali altrove. Mari: quasi tutti molto mossi o agitati, fino a molto agitato il mare di Sardegna.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 06:32
Notizie
TendenzaMeteo, weekend del 4-5 febbraio con l'alta pressione ma il freddo potrebbe tornare
Meteo, weekend del 4-5 febbraio con l'alta pressione ma il freddo potrebbe tornare
Da domenica 5 probabile calo termico: all'inizio della prossima settimana possibile afflusso di aria fredda con formazione di una circolazione di bassa pressione al Sud
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Febbraio ore 08:41

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154