FacebookInstagramTwitterWhatsApp

3 gennaio con poca pioggia, poi cambia tutto entro l'Epifania. Le previsioni meteo

Questi primi giorni del 2024 vedono arrivare ancora poca pioggia sull'Italia, ma verso l'Epifania si profila una decisa svolta meteo
2 Gennaio 2024 - ore 12:32 Redatto da Redazione Meteo.it
2 Gennaio 2024 - ore 12:32 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Inverno ancora non pervenuto sull’Italia e su tre quarti d’Europa in questo avvio di 2024, con uno scenario meteo segnato da una marcata anomalia sull’area del Mediterraneo dove persiste una massa d’aria insolitamente mite per la stagione. Ad alimentare questa situazione ci pensa la persistenza di un flusso di correnti occidentali umide e temperate, in seno alle quali si muovono le perturbazioni atlantiche, la cui parte attiva resta Oltralpe.
Una di queste, la numero 1 del mese e dell’anno, transiterà nelle prossime 24 ore sul nostro Paese, ma con scarse precipitazioni associate e un’intensificazione dei venti temperati di Libeccio, responsabile di un ulteriore aumento delle temperature, destinate a portarsi fino a 6-8 gradi oltre la norma.

Ma la svolta potrebbe essere vicina: giungono infatti conferme circa l’arrivo di una più intensa perturbazione nord atlantica al Nord e sulla Sardegna nella giornata di venerdì, destinata ad investire il resto dell’Italia nel fine settimana dell’Epifania. È ancora presto per i dettagli ma, quello che possiamo già anticipare, è il ritorno di piogge estese anche abbondanti e di copiose nevicate nel settore alpino. La massa d’aria più fredda di origine polare che accompagnerà la perturbazione favorirà, da domenica, un progressivo abbassamento delle temperature e l’avvio di condizioni più invernali che dovrebbero accompagnarci nella seconda decade di gennaio.

Le previsioni meteo per mercoledì 3 gennaio

Al Nord tendenza a rasserenamenti già in mattinata a partire dal settore alpino e di Nord-Ovest. Nel pomeriggio tempo in prevalenza soleggiato, salvo nubi basse residue su coste venete, Friuli Venezia Giulia e Liguria. Nel resto del Paese nuvolosità variabile, più densa e compatta sulle regioni tirreniche, in Umbria e sull’estremo Levante ligure dove saranno possibili alcune pioviggini.
Temperature minime in lieve calo al Sud e in Sicilia, in rialzo altrove e generalmente sopra lo zero. Valori massimi in generale lieve aumento: clima primaverile, con punte fino a sfiorare i 20 gradi nei settori adriatici e ionici e sulla Sardegna tirrenica. Venti in prevalenza occidentali o sud-occidentali, forti sul basso mar Ligure, moderati o localmente tesi altrove.

Le previsioni meteo per giovedì 4 gennaio

Giovedì cielo inizialmente ancora nuvoloso lungo le coste dell’alto Adriatico, nelle regioni tirreniche e sulla Sicilia occidentale, ma in diradamento col passar delle ore. Per il resto tempo in prevalenza soleggiato, con nubi residue al mattino lungo la barriera alpina e alcune velature sulla Sardegna. Il rischio nebbie all’alba in val padana sarà basso: a banchi possibili tra Piemonte e Lombardia.
Temperature in ulteriore lieve aumento. Minime ovunque sopra lo zero, massime fino a 20-22 gradi lungo il medio e basso Adriatico, su Calabria e Isole. Venti: deboli o moderati occidentali al Centro-Sud, forti sul basso mar Ligure.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, dal weekend del 24-25 febbraio aria più fredda: la tendenza
Meteo, dal weekend del 24-25 febbraio aria più fredda: la tendenza
Temperature in calo dopo l'estrema mitezza di questi giorni: i valori tornano nelle medie. Piogge in diverse regioni con fenomeni intensi. Le tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Febbraio ore 03:14

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154