FacebookInstagramTwitterMessanger

Bollette, aumenta anche l'acqua: quanto ci costa e chi paga di più. Ecco dove crescono le tariffe

Quanto si spende in media per le bollette dell'acqua? Ecco la spesa che può affrontare una famiglia tipo a seconda delle varie città in cui risiede. A sorpresa la Toscana è la più cara, mentre l'Umbria la più economica.
{icon.url}23 Marzo 2022 - ore 19:50 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
23 Marzo 2022 - ore 19:50 Redatto da Redazione Meteo.it

Dopo gas e luce aumentano anche le bollette dell'acqua. Quanto ci costerà e chi pagherà di più? Ecco tutte le tariffe e gli aumenti grazie ai dati dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva nell’ambito di un progetto finanziato dal Mise, il Ministero dello Sviluppo economico.

Aumento delle bollette acqua: dove salgono di più i prezzi

Quanto sono aumentate le bollette dell'acqua? I maggiori incrementi si sono registrati a Savona, Matera e Potenza, dove la crescita dei prezzi nell’ultimo anno è stata superiore al 13%. Se invece di concentrarci sulle singole città ci focalizziamo sulle regioni, invece, possiamo vedere come le tariffe più alte vengano pagate nel Centro Italia, con un costo medio di 630 euro l’anno. La Toscana è la più cara. La spesa più bassa si ha al contrario in Molise.

Quanto si spende in media all'anno per le bollette dell'acqua? Secondo i dati raccolti e i calcoli effettuati da Cittadinanzattiva una famiglia tipo, formata da tre componenti e con un consumo annuo di 192 metri cubi, può aver pagato fino a 847 euro. A fare la differenza sono però le città dove la famiglia tipo vive. In che senso? A Frosinone la famiglia tipo dell'esempio qui sopra pagherebbe il massimo, ovvero 847 euro, a Grosseto e Siena 820 mentre a Livorno 810.

Contrariamente a quanto si possa pensare, la famiglia tipo può risparmiare notevolmente sulle bollette dell'acqua a Milano spendendo solo una media di 162 euro l’anno. Cifra molto simile a Trento e di poco più cara a Cosenza con 185 euro di media.

I costi dell'acqua tra dispersione idrica e calo dei consumi

I costi dell’acqua in Italia si innalzano anche per colpa dell’alto tasso di dispersione idrica. Problema che risulta essere ancora più elevato al Sud. Se prendiamo in considerazione solo i dati dei capoluoghi vediamo che, ad esempio, nel 2021, il 36% dell’acqua nelle tubature è stato disperso.

Con l'aumento dei prezzi si registra un calo dei consumi. Nel 2021, secondo quanto emerge dal report, ogni cittadino ha utilizzato per usi domestici 166 litri al giorno di acqua. Nel 2012 i litri consumati erano invece 177.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 19:30
Notizie
TendenzaMeteo, weekend con calo termico, vento e piogge. Poi migliora
Meteo, weekend con calo termico, vento e piogge. Poi migliora
In arrivo aria più fresca in discesa dall'Europa settentrionale: entro domenica fine dell'ondata di calore. Weekend movimentato; tempo più stabile da lunedì
Mediaset

Ultimo aggiornamento Venerdì 27 Maggio ore 01:37

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154