Nubi madreperlacee

Le iridescenze di queste nuvole assomigliano alla madreperla che troviamo all’interno delle conchiglie e, per questo motivo, prendono il nome di nubi madreperlacee. Il loro particolare colore madreperla è dovuto ai cristalli di ghiaccio contenuti al suo interno che riflettono il sole, una sorta di arcobaleno che diventa ancora più vivace quando il sole si trova appena sotto l’orizzonte.  

Come si formano?
Queste nubi si formano più in alto nell’atmosfera rispetto alle comuni nuvole, tra i 15mila ed i 25mila metri: esse si trovano infatti nella stratosfera, sopra la troposfera che è lo strato a diretto contatto con la superficie in cui avvengono la maggior parte dei fenomeni meteorologici. 

Nella stratosfera è inusuale la formazione di nubi perché è una regione dell’atmosfera molto secca, non contiene quindi la materia prima utile per la loro formazione. Come si spiega dunque questo raro fenomeno? Episodi di questo tipo diventano possibili durante l'inverno polare, quando le temperature precipitano a -80°C. Con tutta probabilità la loro formazione è dovuta alle ultime forti perturbazioni che, di passaggio sulle Isole Britanniche, hanno sollevato dell’umidità fino alla stratosfera.

Nubi madreperlacee - Glossario | METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette