Tra Natale e Santo Stefano sensibile calo delle temperature

Venti freddi porranno fine al clima mite sull'Italia. Giornate grigie su gran parte del Centro-Nord

| Redatto da Giovanni Dipierro e Anna Maria Girelli Consolaro

La perturbazione atlantica numero 8 del mese di dicembre resta ancora attiva: nella giornata di giovedì darà luogo soltanto a qualche pioggia sul medio-basso versante tirrenico e, in mattinata, anche su Venezie, Romagna e Marche. Il miglioramento al Nord, in serata, favorirà la comparsa di nebbie e nubi basse in pianura. Da venerdì e nell’ultima parte della settimana, si conferma il passaggio a tempo più stabile grazie all’espansione dell’alta pressione delle Azzorre fino al Mediterraneo centrale. Le giornate risulteranno però spesso grigie su gran parte del Centro-Nord e del settore tirrenico, dove la stabilità atmosferica favorirà la formazione di nubi basse e nebbie. Anche la qualità dell’aria ne risentirà, con un aumento dalla concentrazione degli inquinanti nelle aree urbane.

Le previsioni per le prossime ore.

Tra Natale e Santo Stefano sensibile calo delle temperature | NEWS METEO.IT

Foto Ansa

Sabato, in particolare, avremo tempo nebbioso sulla Val Padana centro-occidentale con qualche schiarita in più a metà giornata. Presenza di nubi basse anche sull’alto Adriatico, nel settore tirrenico e interno della Penisola e nel nord-ovest della Sardegna. Possibilità di brevi e isolate piogge deboli o pioviggini sull’alta Toscana e nelle zone interne del Lazio. Schiarite più ampie sulle Alpi, sul medio-basso Adriatico, sul settore ionico, sulla Sicilia e nel resto della Sardegna. Temperature in aumento, eccetto all’estremo Sud, e su valori complessivamente miti per il periodo, specie nei valori minimi. Venti occidentali fino a localmente moderati sui mari di Ponente. Domenica insiste il rischio nebbie sulle pianure del Nord, qualche schiarita in più sul medio Tirreno; lungo l’Adriatico avremo un po’ di nubi di passaggio. Il rischio di qualche breve pioggia o pioviggine sarà limitato alla Calabria tirrenica. Altra giornata mite per il periodo e ventilata per venti di Maestrale sulle Isole. Lunedì, vigilia di Natale, torneranno ad addensarsi maggiormente le nubi sul versante tirrenico, con al più qualche breve pioggia tra basso Lazio, Campania e nord-ovest della Calabria. Nubi basse o locali nebbie nelle ore più fredde saranno possibili in Val Padana. Temperature in ulteriore lieve aumento al Centro-Sud.Alla fine del giorno è possibile l’addensamento di un po’ di nuvole lungo le creste alpine di confine con qualche fenomeno, nevoso comunque soltanto a quote elevate, inizialmente anche sopra 2000 metri. Si tratta dell’avanguardia di un nucleo di aria più fredda diretto verso i Balcani, che tra la giornata di Natale e quella di Santo Stefano potrà lambire anche l’Italia. Una fase di nuvole e qualche fenomeno, con una tempistica ancora molto incerta, sembra possibile nelle regioni del versante adriatico e in quelle meridionali. Questo passaggio dovrebbe essere accompagnato da freddi venti settentrionali che faranno calare le temperature, ponendo quindi fin alla mitezza dei giorni precedenti. Per l’evoluzione attesa nelle festività, ancora caratterizzata da incertezze significative, seguite i prossimi aggiornamenti.

Tra Natale e Santo Stefano sensibile calo delle temperature | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette