Torna il pericolo valanghe: lunedì rischio forte sulle Alpi occidentali

La perturbazione numero 3 di dicembre porterà nelle prossime ore nevicate abbondanti al Nord

| Redatto da Anna Maria Girelli Consolaro

Le abbondanti nevicate di queste ore stanno facendo aumentare il pericolo valanghe. In particolare, secondo il bollettino Aineva, lunedì avremo ancora rischio valanghe di grado 4 (forte) sulle Alpi Graie. Aumenta il pericolo sulla fascia alpina centro-orientale, dove il rischio andrà per lo più da grado 3 (marcato) a grado 2 (moderato). Lunedì, in mattinata, le nevicate interesseranno tutte le Alpi, raggiungendo inizialmente ancora i fondovalle; neve fino ai 100-300 metri potrà ancora interessare l’ovest della Lombardia, l’Appennino ligure centro-occidentale e il Piemonte. Nel pomeriggio la neve a bassa quota sarà possibile ancora solo sul Cuneese mentre nel resto del Nordovest sarà già confinata oltre i 600-1200 metri, anche oltre i 1400-1500 metri nelle Alpi orientali. In serata ulteriore rialzo del limite ma con intensificazione dei fenomeni nel settore dal Piemonte alla Lombardia dove non si escludono anche rovesci nevosi. Le precipitazioni saranno abbondanti e a quote medio alte nelle 24 ore si raggiungeranno quantitativi con picchi tra i 50 centimetri e il metro, anche oltre nel settore lombardo. A quote più basse la progressiva trasformazione della neve in pioggia eroderà il manto nevoso appena caduto, facendolo anche scomparire del tutto tra le basse colline e le pianure.

Torna il pericolo valanghe: lunedì rischio forte sulle Alpi occidentali | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette