Tempesta di sale dal Lago d'Aral sull'Asia centrale

Settori di Uzbekistan e Turkmenistan sono stati colpiti da una tempesta di sale, fenomeno insolito, con conseguenti danni all'agricoltura e rischi per la salute

| Redatto da Meteo.it

Nelle zone desertiche del medio Oriente e dei Paesi dell'Asia centrale sono abituati alle tempeste di sabbia, ma quello che è avvenuto negli ultimi giorni ha dell'eccezionale. I settori più settentrionali del Turkmenistan e quelli più occidentali dell'Uzbekistan hanno subito l'arrivo di una vasta tempesta di sale, un fenomeno raro per natura ma soprattutto per intensità. Questo fenomeno è stato innescato dal vento che ha sollevato il finissimo sale depositato sul fondale dell'ormai prosciugato Lago d'Aral, insieme ai residui dei fertilizzanti e pesticidi che inquinavano le sue acque, utilizzati negli anni per le coltivazioni di cotone.
La tempesta è durata per tre giorni e ha ricoperto tutto, anche i campi coltivati, gli alberi da frutto, provocando danni notevoli all'agricoltura. Molte persone hanno riscontrato problemi respiratori e l'aeroporto uzbeko di Urgench ha dovuto cancellare molti voli.

Tempesta di sale dal Lago d'Aral sull'Asia centrale | NEWS METEO.IT

Il Lago d'Aral è uno dei bacini delle aride pianure tra Kazakhstan, Uzbekistan e Turkmenistan. Si tratta di un lago salato senza emissari che veniva alimentato dalla acque provenienti dalle nevi cadute sulle montagne. Dagli anni sessanta l'Unione Sovietica decise di sfruttare l'acqua dei due immissari attraverso la costruzione di canali per uso agricolo e, da quel momento, il Lago salato Aral iniziò ad evaporare. Si tratta di uno dei disastri ambientali provocato dall'uomo più gravi della storia. Al posto del lago, oggi c'è un deserto di sabbia di colore bianco che i locali chiamano Akkum, ossia "sabbie bianche". Il colore è dovuto alla presenza del sale ma anche dei pesticidi che inquinavano le acque del Lago d'Aral.

Tempesta di sale dal Lago d'Aral sull'Asia centrale | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette