Stelle cadenti di Ferragosto, cadono desideri dal cielo

Non solo a San Lorenzo cadono le stelle, lo spettacolo delle meteore, iniziato a metà luglio, ci accompagnerà fino a fine agosto.
Ma il picco cade esattamente in questi giorni, in particolare nella notte tra il 12 e il 13 agosto, in concomitanza con la fase di Luna nuova durante la quale il nostro satellite non è illuminato. Il bagliore della Luna quindi non offuscherà con la sua potenza quello delle stelle cadenti, regalandoci uno spettacolo - nelle zone in cui la situazione meteorologica lo permetterà e lontano dall'inquinamento luminoso - imperdibile.

Per gli astronomi la meraviglia delle stelle cadenti si riduce ad una cascata di minuscoli granellini di ghiaccio e polvere, grandi quanto un granello di sabbia, abbandonati dalla coda della cometa Swift-Tuttle nel suo viaggio intorno al Sole. Questi granelli sono resi incandescenti dal passaggio attraverso la nostra atmosfera e nel caso delle Perseidi - questo è il nome dello sciame meteorico perché sembra provenire dalla direzione in cui si trova la costellazione di Perseo - avviene a velocità superiori ai 200 mila km/h. L'evaporazione di questi granelli provocata dall'attrito con la nostra atmosfera produce scie luminose (chiamate meteore) lunghe fino a 20 chilometri e perfettamente visibili per alcuni secondi anche a occhio nudo. Nei momenti di massima intensità si possono contare dalle 50 alle 100 meteoriti all'ora, nella notte tra il 12 e il 13 la stima è di 70 meteore all'ora.

Poiché le Perseidi sono uno sciame meteorico, non esiste una direzione privilegiata di osservazione, bensì basterà guardare il cielo, lontano da fonti di luce artificiale. Secondo le nostre previsioni meteorologiche, le zone in Italia in cui il cielo sereno favorirà l'osservazione delle stelle cadenti sono descritte in grafica:

Stelle cadenti di Ferragosto, cadono desideri dal cielo | NEWS METEO.IT

Per l’osservazione è bene seguire qualche consiglio:

  • Allontanarsi dai centri abitati e posizionarsi in un luogo dove non ci siano luci artificiali che possono anche essere riflessi dagli edifici circostanti: altre luci potrebbero offuscare la visuale perché più luminose delle meteore.
  • Sdraiarsi a terra: il picco è previsto nelle prime ore del mattino, ma già da dopo mezzanotte si dovrebbero vedere numerose stelle cadenti, da terra guardare verso l'alto risulta più agevole.
  • Lasciar abituare la vista al buio, per potersi adattare all'oscurità e osservare meglio ciò che succede nel cielo.
  • Non usare strumenti di osservazione come telescopi o binocoli, sono inutili perché permettono di osservare una porzione di cielo troppo piccola e quindi la probabilità di vedere una meteora diminuisce. Meglio non fissarsi su alcuna zona specifica della volta celeste, anche se sarebbe orientarsi con lo sguardo a Nord-Est, direzione da cui le meteore provengono. Non utilizzare lo smartphone, altrimenti l’occhio perde la sua abitudine al buio.
  • Per chi volesse fotografarle, meglio utilizzare un cavalletto e un ISO molto alto e impostare la macchina su scatti continui.

Stelle cadenti di Ferragosto, cadono desideri dal cielo | NEWS METEO.IT


Pubblicato da Meteo.it in data 12 agosto 2015

Redatto da Serena Giacomin

Stelle cadenti di Ferragosto, cadono desideri dal cielo | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette