Secondo weekend di marzo con nuove piogge

Domenica 11 arriverà la parte più attiva della perturbazione. Giornate con altalena termica

| Redatto da Giovanni Dipierro

La tendenza meteo tra il 10 e il 20 marzo

Dopo un paio di giorni, tra giovedì e venerdì, di relativa stabilità e tempo prevalentemente asciutto, nel fine settimana è atteso l’arrivo di una nuova perturbazione atlantica. Sabato 10 la sua avanguardia coinvolgerà soprattutto le regioni di Nordovest, le Alpi e Prealpi orientali e l’alta Toscana con piogge e neve confinata in montagna. Domenica, con l’arrivo della parte più attiva della perturbazione, sono attese precipitazioni anche abbondanti e localmente forti al Nord (settore ligure, Alpi centrali e pianure adiacenti, Friuli) e il maltempo dovrebbe coinvolgere progressivamente il resto del Centronord, la Sardegna, la Campania e, più marginalmente, il resto del Sud. Lunedì 12 i suoi strascichi potrebbero determinare residue precipitazioni su parte delle Alpi, alto Adriatico, settore ligure orientale e versante tirrenico della penisola. L’intero passaggio perturbato sarà accompagnato anche da una evidente altalena termica: sabato le correnti sciroccali che precedono la perturbazione favoriranno temperature diffusamente oltre la norma, specie al Centrosud e nelle Isole dove l’anomalia rispetto alle medie sarà anche dell’ordine dei 10 gradi; domenica il clima estremamente mite resisterà in giornata ancora al Sud e in Sicilia (punte intorno ai 25 gradi nell’isola) mentre l’aria più fresca comincerà a propagarsi già fino al Centro e alla Sardegna; lunedì il calo termico si sarà diffuso anche al Sud e le temperature potranno essere localmente e temporaneamente anche sotto le medie stagionali. Nei due giorni successivi, tra martedì 13 e mercoledì 14, correnti occidentali relativamente più asciutte dovrebbero favorire una nuova breve parentesi più stabile con precipitazioni quasi assenti e temperature in lieve rialzo, nella norma o poco sopra le medie. Ancora una volta però non dovrebbe trattarsi di un miglioramento definitivo. Già si profilerebbe infatti l’avvicinamento da ovest di una nuova onda di bassa pressione che nella seconda parte della settimana sarà sempre più a ridosso dell’Italia. Con questo evoluzione è plausibile attendersi da giovedì 15 nuove fasi di precipitazioni, più diffuse e frequenti al Centronord, più scarse all’estremo Sud. Dal punto di vista termico l’avvicinamento della nuova depressione inizialmente richiamerà aria calda con temperature anche sopra le medie, soprattutto al Sud; successivamente, specie verso il fine settimana del 17-18, prevarranno gli afflussi più freschi da ovest in un contesto di temperature vicine alla norma e comunque regolate dalla presenza di nubi e precipitazioni.

IdA: < 60

La tendenza meteo tra il 10 e il 20 marzo

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette