Il riscaldamento globale sta portando all’estinzione “invisibile” delle piante alpine

L’allarme è stato lanciato dai ricercatori dell’Università di Zurigo, che hanno utilizzato dei “super-computer” per delineare i possibili scenari futuri da qui al 2090

| Redatto da Meteo.it

Le piante alpine rischiano di estinguersi nell’indifferenza generale, senza che nessuno se ne accorga realmente. A svelarlo sono i ricercatori dell’Università di Zurigo che hanno elaborato i possibili scenari futuri da qui al 2090 sfruttando le capacità di calcolo e previsione di “super-computer”. Uno studio i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista “Nature Communications” e hanno fatto emergere la necessità di sviluppare nuovi metodi che permettano un censimento più accurato delle specie per focalizzare l’attenzione su questo pericoloso fenomeno.

Un esempio di vegetazione alpina

L’ipotesi

Secondo lo scenario più ottimistico la flora alpina potrebbe riprendersi se il riscaldamento globale dovesse rallentare dopo il 2090, con un aumento medio di temperatura non superiore a un grado. In caso contrario, “se il cambiamento climatico continuerà senza freni - ha spiegato Frédéric Guillaume, coordinatore dello studio - le piante avranno un grosso problema”. Inoltre il rischio, secondo gli esperti, è che questa estinzione a causa della sua gradualità rimanga invisibile ad uno sguardo più superficiale.

Caratteristiche non favorevoli

Questo preoccupante scenario è legato anche ad alcune caratteristiche specifiche delle piante alpine che rendono loro difficile la risposta ai cambiamenti climatici. Da una parte la longevità di queste specie frena il rinnovo generazionale e dall’altra la necessità di sopravvivere le spinge appena nate ad altitudini sempre maggiori, alle quali le temperature sono più basse ma il terreno disponibile è in continua diminuzione: così il declino della loro popolazione sarebbe molto più rapido del loro processo di adattamento alle condizioni che cambiano.

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette