Primavera meteorologica al via

Dal primo marzo inizia ufficialmente la primavera meteorologica. Per l'equinozio di primavera, invece, dovremo attendere il 20 marzo

| Redatto da Meteo.it

L'inverno è finito. Iniziato il primo dicembre, l'inverno meteorologico si conclude il 28 febbraio. A differenza delle stagioni astronomiche, scandite dalla nostra posizione rispetto al Sole, in ambito meteorologico le stagioni sono state suddivise considerando mesi interi: come l’inverno, la primavera comprende l’intero mese di marzo, aprile e maggio, l’estate i mesi di giugno, luglio e agosto, e infine l’autunno inizia il 1 di settembre e termina il 30 di novembre.

Primavera meteorologica al via | NEWS METEO.IT

Foto ANSA
Questa suddivisione dell'anno viene fatta separando i mesi statisticamente più freddi dai mesi più caldi. I tre mesi della stagione invernale, dicembre-gennaio-febbraio, vedono gennaio come mese più freddo, la stagione estiva, giugno-luglio-agosto, invece vede luglio come il mese più caldo dell'anno. 

A questa partizione dell'anno, generalmente si preferiscono le stagioni astronomiche scandite da equinozi e solstizi. L'equinozio di primavera, che quest'anno cade il 20 marzo alle 10:28 UT, darà il via alla Primavera astronomica. In quel giorno notte e giorno avranno la stessa durata.

Primavera meteorologica al via | NEWS METEO.IT

Nel nostro emisfero, quello boreale, l’equinozio di marzo decreta la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, mentre l’equinozio di settembre segna la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno (il contrario accade nell’emisfero australe). Gli equinozi segnano anche il passaggio da un maggior periodo di luce rispetto al buio e viceversa: in particolare, nel nostro emisfero, a partire dall’equinozio di marzo il periodo di insolazione durante la giornata sarà maggiore rispetto a quello di buio. Giorno dopo giorno la differenza fra ore di luce e di buio aumenta fino al giorno in cui le ore di illuminazione raggiungono il massimo e le ore di buio il minimo: questo è il momento del solstizio di giugno con il sole che si troverà allo zenit rispetto al Tropico del Cancro. Nel nostro emisfero il solstizio di giugno segna la fine della primavera e l’inizio dell’estate. Le parti sono invertite nel giorno del solstizio d’inverno quando ad essere al massimo sono le ore di buio e il Sole si trova allo zenit rispetto al Tropico del Capricorno.
A determinare la maggiore o minore esposizione alla luce di un emisfero rispetto all’altro e quindi anche le date di inizio e fine delle stagioni è l’inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto all’eclittica ossia al piano che la Terra individua orbitando intorno al Sole.

Primavera meteorologica al via | NEWS METEO.IT

Ultime news

Le news più lette