Oceano Pacifico: l'isola deserta di Henderson è coperta di rifiuti

Trovati 38 milioni di rifiuti plastici sull'isola corallina di Henderson, patrimonio Unesco

| Redatto da Meteo.it

L’isola di Henderson è un territorio britannico nella parte meridionale dell’Oceano Pacifico: si trova tra il Sud America e l’Oceania, ed è grande 37,3 km2. Per le sue formazioni coralline, dal 1988 è stata riconosciuta come patrimonio mondiale Unesco. L’isola di Henderson è completamente disabitata: il centro abitato più vicino dista 5.000 km e le uniche persone a visitare l’isola sono gli scienziati, che si recano qui solo ogni 5-10 anni. In un luogo simile ci si aspetterebbe di trovare un paradiso incontaminato, invece è stata fatta una scoperta sconcertante: qui si trova la più alta densità di detriti mai registrata, pari a 671 pezzi ogni metro quadrato. In tutto, si calcola che i rifiuti plastici che ricoprono l’isola siano 37,7 milioni, per un peso complessivo di 17 tonnellate.

Oceano Pacifico: l'isola deserta di Henderson è coperta di rifiuti | NEWS METEO.IT

La scioccante scoperta è stata fatta dai ricercatori dell’Istituto per gli studi marini e antartici dell’Università della Tasmania. La causa del drammatico fenomeno è una corrente oceanica che ha il proprio centro vicino all’isola di Henderson: la corrente trasporta sull’isola deserta i rifiuti che provengono dal continente o che vengono abbandonati in mare dalle navi. Lo stato in cui è stato ridotto quello che dovrebbe essere un paradiso incontaminato dimostra come l’inquinamento prodotto dall’uomo sia sempre più grave e raggiunga anche le destinazioni più isolate, con conseguenze a livello globale. Ecco il video che è stato realizzato dai ricercatori dell’Università della Tasmania:

I ricercatori hanno sottolineato che i dati pubblicati sono provvisori e la situazione potrebbe essere ancora più grave: per ora, infatti, è stato analizzato solo il materiale che si trova sulle spiagge, con dimensioni superiori a 2 millimetri e fino a 10 centimetri di profondità nella sabbia. Al momento delle analisi, molti pezzi di plastica avevano già iniziato a decomporsi. Al contrario di quanto si potrebbe pensare, la plastica in decomposizione è ancora più pericolosa perché diventa sempre più piccola e può essere ingerita da un numero di animali sempre maggiore. Infatti negli ultimi anni è stata trovata sempre più plastica nello stomaco dei pesci: anche quelli che finiscono sulle nostre tavole sono sempre più contaminati. 

Oceano Pacifico: l'isola deserta di Henderson è coperta di rifiuti | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette