Nuovo maltempo in atto sull'Italia: le criticità delle prossime ore

La fase più critica tra la notte di mercoledì e la giornata di giovedì. Accumuli fino a 150 l/mq in sole 36 ore

| Redatto da Anna Maria Girelli Consolaro

La perturbazione che si è affacciata nelle scorse ore al Nord-Ovest attraverserà l’Italia con la sua parte più consistente tra la notte di mercoledì e la giornata di giovedì, accompagnata anche da una nuova intensificazione dei venti di Scirocco. La prima, importante fase di precipitazioni è attesa proprio nella notte tra mercoledì e giovedì con piogge moderate o rovesci nelle regioni di Nord-Ovest, dove comunque il limite della neve sulle Alpi sarà piuttosto elevato: almeno oltre 1700-1800 metri. Rovesci anche temporaleschi potranno svilupparsi nel settore tra Liguria e Toscana fino all’alto Lazio e a ridosso della Sicilia sud-occidentale. Giovedì, in mattinata, la fascia di intense precipitazioni tenderà a muoversi verso est, per cui i fenomeni più forti sono attesi sulle Alpi centro-orientali e nelle pianure adiacenti, e soprattutto tra bassa Toscana, Lazio e Sicilia: in queste zone i temporali potranno essere molto forti con rischio di locali nubifragi nel Lazio e sulla Sicilia occidentale. Nel pomeriggio l’instabilità sarà ancora accentuata, con rischio di numerosi rovesci o temporali localmente anche forti tra l’alto Veneto e il Friuli Venezia Giulia, tra Marche, Umbria e Lazio, in Campania e sulla Sicilia orientale. Una temporanea attenuazione dei fenomeni è attesa in serata, ma con il rischio poi nella notte del ritorno di alcuni rovesci o temporali nel Lazio, in Campania e sulla Sicilia occidentale.

Nuovo maltempo in atto sull'Italia: le criticità delle prossime ore | NEWS METEO.IT

Nell’arco di tutto il passaggio perturbato (circa 36 ore), potranno cadere quantitativi di pioggia fino a 100-150 litri per metro quadro, a ridosso del settore alpino (in particolare su alto Piemonte, fascia prealpina, Cadore e Carnia), localmente anche sulla Liguria centrale, in Toscana, Lazio, Campania e Sicilia. I venti di Scirocco, che andranno già intensificandosi nella giornata di mercoledì sui mari di Ponente, si estenderanno giovedì anche all’Adriatico, in particolare sul Ligure, il Tirreno, il Canale di Sicilia e l’Adriatico potremo raggiungere picchi di intensità con venti medi intorno ai 40-50 km/h e raffiche anche di 70-80 km/h più probabili nel settore del medio Tirreno e sull’alto Adriatico.

Nuovo maltempo in atto sull'Italia: le criticità delle prossime ore | NEWS METEO.IT

Foto Ansa

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette