Meteo Italia. Nella seconda parte di gennaio situazione meteo movimentata e freddo in aumento

Aria fredda in arrivo sull'Italia: temperature in calo fino a valori al di sotto della media stagionale e nuove nevicate

| Redatto da Giovanni Dipierro

Le ultime settimane di gennaio vedranno una situazione meteo decisamente movimentata: tornerà ad aumentare il freddo, con temperature in calo fino a valori inferiori alla norma e nuova neve in arrivo su Alpi e Appennini. Il freddo diminuirà nella seconda parte della prossima settimana, quando migliorerà il tempo e le temperature torneranno a salire avvicinandosi alla media stagionale, ma il mese di gennaio sembra destinato a chiudersi con un nuovo peggioramento del tempo in arrivo da ovest.
Il meteorologo Giovanni Dipierro ci spiega cosa potrebbe succedere in Italia secondo l'attuale tendenza meteo.

Meteo Italia. Nella seconda parte di gennaio situazione meteo movimentata e freddo in aumento | NEWS METEO.IT

Tendenza meteo dal 20 al 28 gennaio 2018

Il prossimo fine settimana (20/21 gennaio) vede l’approfondirsi di un’onda di bassa pressione dal suo centro principale posizionato in prossimità del Mare del Nord verso il Mediterraneo centrale e l’Italia. Le correnti settentrionali nel lato discendente dell’onda vi indirizzeranno anche aria fredda proveniente dal nord Atlantico. Si prospetterebbe quindi un diffuso raffreddamento verso temperature sotto la norma e una fase perturbata con effetti estesi tra il Nord-Est e le regioni centro-meridionali. Saranno possibili numerosi episodi di instabilità e nevicate anche a quote collinari sull’Appennino centro-settentrionale e fino ai fondovalle nelle Alpi orientali.
L’estremo Nord-Ovest dovrebbe vivere solo un clima più freddo ma senza precipitazioni. Lunedì 22 gennaio l’area depressionaria dovrebbe cominciare a scivolare verso lo Ionio e i Balcani con residua instabilità tra l’Abruzzo, il Sud e la Sicilia e un miglioramento nel resto d’Italia dove la pressione comincia ad aumentare. Da martedì a giovedì 25 un temporaneo promontorio di alta pressione associato a correnti più asciutte e temperate dovrebbero favorire un tempo in generale migliore da nord a sud e una risalita delle temperature che gradualmente si riavvicineranno alle medie stagionali. Poi, tra venerdì e il fine settimana successivo (27/28 gennaio), la circolazione proporrebbe l’avvicinarsi di una nuova onda depressionaria, non particolarmente marcata e non associata ad aria fredda, ma ugualmente favorevole a un peggioramento in arrivo da ovest. Si tratta comunque uno scenario ancora dall’attendibilità molto bassa.

IdA:
< 60

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette