Meteo. Gennaio si chiude senza nuove perturbazioni

Giorni della merla con sole e clima mite in montagna, nebbie e nubi basse in pianura. Possibile cambiamento a inizio febbraio

| Redatto da Anna Maria Girelli Conoslaro e Rino Cutuli

La tendenza meteo

La perturbazione n.12 di gennaio, bloccata dal muro dell’alta pressione che occupa l’Europa Meridionale, nelle prossime ore sarà costretta a scivolare verso il Nord Africa, allontanandosi così dalla nostra Penisola. Dopo un inizio di giornata che sarà ancora piovoso al Nordovest, nella seconda parte di oggi (sabato) il tempo sarà quindi nel complesso asciutto. Domenica, con la perturbazione oramai lontana, su tutta l’Italia tornerà invece ad allungarsi l’alta pressione, che garantirà una giornata nel complesso soleggiata, ma con il fastidio di nebbie nelle prime ore del giorno. All’inizio della prossima settimana l’alta pressione insisterà sul nostro Paese regalandoci giornate di tempo stabile, con prevalenza di sole in gran parte d’Italia, fatta eccezione per le pianure del Nord dove saranno protagoniste nebbie e nubi basse.

Leggi qui le previsioni aggiornate per le prossime ore.


Lunedì nell’insieme del Paese tempo stabile e in prevalenza soleggiato. In Pianura Padana e lungo le coste dell’alto Adriatico, tuttavia, le nebbie tenderanno a intensificarsi: il loro sollevamento diurno potrà, in molti casi, mantenere il cielo grigio. Da segnalare, inoltre, la presenza di nubi basse in Liguria, nel nord della Toscana e sulla Puglia meridionale. Nella notte tra lunedì e martedì probabile formazione di nebbie anche in Umbria, nel Lazio, lungo le coste del medio Adriatico, nel nord della Campania e nel Salento. Temperature in aumento in montagna, senza grandi variazioni altrove: valori al di sopra della norma con punte tra 15-20 gradi nelle regioni peninsulari. Clima particolarmente mite in montagna, con lo zero termico che su Alpi e Appennino si porterà attorno ai 3.000 metri. Il mese di gennaio si concluderà senza colpi di scena. Martedì e mercoledì avremo ancora prevalenza di sole e di temperature insolitamente miti in collina e in montagna, nelle regioni del medio-basso Adriatico e al Sud; nuvoloso o nebbioso sulle pianure e sui litorali del Nord e nelle regioni del versante tirrenico, dove il clima sarà di stampo autunnale. Un possibile cambiamento più significativo della circolazione atmosferica potrebbe profilarsi con l’inizio di febbraio. La seconda parte della prossima settimana, infatti, potrebbe rivelarsi più movimentata e con tendenza a un graduale raffreddamento.

La tendenza meteo

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette