Meteo Epifania 2017. Bufera di gelo e neve in arrivo sull'Italia

La fase più intensa della Bufera dell'Epifania interesserà il medio Adriatico e il Sud fino alla giornata di sabato. Nord escluso: poca neve in arrivo sulle Alpi di confine mentre oltre 1 metro di neve atteso invece sull'Appennino abruzzese

| Redatto da Giovanni Dipierro

La prima perturbazione dell'anno è in transito sulle regioni centro-meridionali. Le nostre previsioni aggiornate.

Meteo Epifania 2017. Bufera di gelo e neve in arrivo sull'Italia | NEWS METEO.IT

Bufera dell'Epifania in arrivo
Le correnti gelide settentrionali insisteranno anche nella giornata dell’Epifania e saranno accompagnate ancora da nevicate che interesseranno non solo le colline interne ma probabilmente anche molti tratti costieri del medio-basso Adriatico, Basilicata, Calabria e nord della Sicilia. Qualche fiocco di neve quindi sulle coste sarà possibile anche sullo Ionio e nell’area dello stretto. Il tempo sarà ben soleggiato al Nord, sul medio-tirreno e sulla Sardegna occidentale anche se il clima sarà freddo con minime anche abbondantemente sotto lo zero e massime difficilmente oltre i 7-8 gradi.
Sabato il tempo comincerà a migliorare anche sul medio Adriatico, mentre le precipitazioni nevose anche a quote basse potranno interessare in forma isolata Puglia, alto Ionio e nord-est della Sicilia. I venti settentrionali cominceranno ad attenuarsi.

Meteo Epifania 2017. Bufera di gelo e neve in arrivo sull'Italia | NEWS METEO.IT

Bufera dell'Epifania: gelo e neve in arrivo fino alle coste

Fra venerdì e sabato saranno probabili giornate di ghiaccio (giornate in cui la temperatura pomeridiana non supera lo zero) nelle zone interessate dalle nevicate comprese le zone colpite dal terremoto. I venti forti settentrionali, con raffiche fino a 80-100 km/h, cominceranno ad attenuarsi al Nord nella giornata dell’Epifania e al Centro-Sud tra sabato e domenica. Tra giovedì e venerdì mari molto agitato o grossi al Centrosud con onde dai 4 ai 6 metri.

La sensazione di freddo verrà accentuata dai forti venti gelidi per effetto del raffreddamento da vento (wind chill), ossia quel fenomeno per il quale, in presenza di vento, la sensazione di temperatura percepita dal nostro organismo risulta essere inferiore rispetto alla temperatura effettiva dell'aria. Il valore di wind chill viene calcolato conoscendo i valori della temperatura dell'aria e dell'intensità del vento.

Domenica si smorzerà ulteriormente l’afflusso di aria fredda con gli ultimi fenomeni isolati, possibili solo in Puglia e nel nord della Sicilia con limite delle nevicate in rialzo. Tendenza ad un aumento della nuvolosità bassa ma senza precipitazioni sul medio Tirreno ed in Sardegna. Le schiarite più ampie resisteranno al Nord. Di notte e nel primo mattino freddo intenso un po’ dappertutto. Massime in diffuso rialzo.

Bufera dell'Epifania: gelo e neve in arrivo fino alle coste

Cosa succederà nei giorni successivi?

Meteo Giornale: previsioni meteo, cronaca e tendenza dei prossimi giorni

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette