Emergenza microplastiche

Minuscole sfere di plastica contenute nei cosmetici finiscono nel mare

| Redatto da Stefania Andriola

Molti cosmetici che siamo abituati ad utilizzare quotidianamente contengono microplastiche, particelle plastiche di misura uguale o inferiore a 5 millimetri. In certi prodotti rappresentano dall’1 al 90% del peso del prodotto stesso: si trovano soprattutto negli scrub, nei bagnoschiuma, nei dentifrici, nei trucchi, nelle maschere di bellezza, negli idratanti, nelle lacche per capelli, nelle creme lenitive e nelle schiume da barba.
In Europa nel 2013, solo per i prodotti di bellezza, sono state impiegate quasi 5.000 tonnellate di microplastiche, finite quasi tutte in mare e con possibili ripercussioni anche per la salute umana.
Dal lavandino infatti le minuscole sfere di plastica arrivano fino al mare essendo così piccole da sfuggire anche ai migliori filtri dei sistemi di depurazione. Il passaggio successivo è scontato: mangiando pesce ritornano nei nostri piatti. Queste particelle vengono ingerite direttamente da organismi come molluschi e crostacei, nel caso delle microsfere dei cosmetici anche dal plancton. 

Emergenza microplastiche | NEWS METEO.IT

L'emergenza delle microplastiche non si ferma alle particelle dei cosmetici: ad allarmare scienziati e ambientalisti sono anche i frammenti che derivano dalla disgregazione di rifiuti plastici più grandi e le fibre di tessuti sintetici che si staccano dagli abiti in lavatrice e finiscono poi nei mari. Ogni anno nel mondo vengono prodotte 280 milioni di tonnellate di plastica e si stima che oltre il 10% finisca nelle acque marine. Dati allarmanti arrivano dagli scienziati di Marevivo (associazione ambientalista nata per tutelare il mare e le sue risorse) che affermano che nel 2050 in mare ci saranno più plastiche che pesci.

Emergenza microplastiche | NEWS METEO.IT

Una proposta di legge promossa dall'associazione Marevivo potrebbe avere un impatto significativo: dal 1 gennaio 2019 si vorrebbe vietare la produzione e la messa in commercio di prodotti cosmetici contenenti microplastiche. Per i trasgressori sarebbero previste sanzioni da 100000 a 500000 euro. La proposta è già stata sottoscritta da una quarantina di deputati di diversi schieramenti politici. Le aziende della cosmetica potrebbero complicare l'iter della legge dovendo cambiare i propri processi produttivi.

Emergenza microplastiche | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette