Emergenza inquinamento a Pechino. In Italia record di morti premature

Mentre a Parigi si apre la Conferenza sul Clima (COP21), Pechino si è svegliata sotto una preoccupante cappa di smog. L'allarme per i tassi di inquinamento è salito al livello arancione: bambini e anziani sono costretti a restare in casa mentre è stata proibita la circolazione ai mezzi pesanti. Si registrano concentrazioni record di PM 2,5 con 391 µg/m³, livello 15 volte superiore alla soglia limite per la salute umana.

Emergenza inquinamento a Pechino. In Italia record di morti premature | NEWS METEO.IT

Nel frattempo in Europa, secondo l'Agenzia Europea dell'Ambiente, ha rilevato che l'Italia è il Paese europeo con più morti premature a causa dell'inquinamento dell'aria. Nel 2012 sono stati registrati 59.500 decessi attribuiti al particolato fine (PM2,5), 3.300 all'ozono (O3) e 21.600 al biossido di azoto (NO2).

LPianura Padana è la zona più insalubre: Brescia, Monza, Milano, Torino e altre grandi città oltrepassano il limite annuo fissato dalla UE.

Emergenza inquinamento a Pechino. In Italia record di morti premature | NEWS METEO.IT

Leggi anche:

• Alta pressione: nebbia e smog in aumento
• Gas serra: livelli record
• Meteo in Europa 
• Italia dall'Alto
• Settembre: il resoconto a livello Italiano
• El Nino: ora si fa sul serio

• Mari più alti di un metro nel 2100


Pubblicato da Meteo.it il 30 novembre 2015

Emergenza inquinamento a Pechino. In Italia record di morti premature | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette