Domenica e lunedì forte rischio valanghe in Val d'Aosta

Pericolo marcato su gran parte delle Alpi centro-occidentali e in Trentino Alto Adige

| Redatto da Anna Maria Girelli Consolaro

Pericolo valanghe

A causa dei forti venti in atto e delle nevicate previste nelle prossime ore, si prevede un aumento del pericolo valanghe sull’arco alpino. In particolare, secondo il bollettino Aineva, nella giornata di domenica il rischio valanghe sarà di grado 4-forte (su una scala da 1 a 5) in parte della Val d’Aosta: “Il grado di pericolo valanghe è 4-forte per distacco provocato nel nord-ovest della Regione, 3-marcato nel nord, centro e sud, 2-moderato nel sud-est”. Pericolo di grado 3-marcato su gran parte dei restanti settori delle Alpi occidentali, sulle Alpi Retiche e in Trentino Alto Adige. Per quanto riguarda le Alpi occidentali, si legge nel bollettino: “L'intensa attività eolica e le deboli nevicate residue incrementano spessore e dimensione degli accumuli esistenti. Tali accumuli sono maggiormente presenti alle quote intermedie, dalle radure del bosco ai 2600-2700m, e sono soggetti al distacco spontaneo e provocato, anche con debole sovraccarico sui pendii ripidi in prossimità di creste colli e cambi di pendenza. Alle quote superiori e nei settori non interessati dalle nevicate i venti forti riescono a erodere ulteriormente il manto nevoso, anche fino al suolo, sublimando la neve trasportata dal vento e rendendo più duri gli accumuli ancora presenti in prossimità di canaloni e dorsali oltre i 2400-2500m”. Circa il Trentino Alto Adige: “Sino a sera gli accumuli di neve ventata cresceranno considerevolmente. Con neve fresca e venti tempestosi, nel corso della giornata sono possibili valanghe spontanee, che possono raggiungere dimensioni medie. Inoltre soprattutto nelle zone in prossimità delle creste esposte in tutte le direzioni e generalmente ad alta quota gli accumuli di neve ventata in parte innevati possono facilmente subire un distacco. Le escursioni e le discese fuori pista richiedono esperienza nella valutazione del pericolo di valanghe e una prudente scelta dell'itinerario”. Nel resto delle Alpi il pericolo valanghe sarà per lo più di grado 2-moderato. Lunedì il rischio valanghe aumenterà ulteriormente: oltre al grado 4-forte in Val d’Aosta, si amplieranno le zone con pericolo di grado 3-marcato, includendo anche le Alpi Retiche. In particolare, riguardo queste ultime: “Il problema principale, riguardo il rischio valanghe marcato, è la neve fresca e ventata. Valanghe provocate: su molti pendii ripidi, canali ed avvallamenti in quota, il distacco di valanghe a lastroni di medie e grandi dimensioni sarà possibile già con debole sovraccarico (singolo sciatore) . Valanghe spontanee: possibili scaricamenti e valanghe di medie dimensioni, localmente anche grandi, di neve fresca accumulata dal vento”.

Pericolo valanghe

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette