Da metà settimana nuova fase di forte maltempo: profondo vortice ciclonico

Rischio neve fino in pianura al Nord, a quote collinari al Centro e in Sardegna

| Redatto da Rino Cutuli e Judith Jaquet

Martedì insisterà il maltempo nelle regioni centro-meridionali, il centro della depressione che ha raggiunto l'Italia si sposterà infatti sul Tirreno intensificandosi; inoltre, dalla notte, avanzerà da ovest una perturbazione atlantica. Le previsioni per le prossime ore.

L’aria fredda che seguirà la perturbazione nr.9 attesa mercoledì sulle regioni occidentali italiane si riverserà nel cuore del Mediterraneo dando vita ad una profonda circolazione ciclonica che nella giornata di giovedì si posizionerà nei pressi della Sardegna. Questa depressione raggiungerà al suo interno valori di pressione al suolo insolitamente bassi, attorno ai 975 hPa. Ne conseguirà una marcata intensificazione del vento che potrà soffiare fino tempestoso, con raffiche oltre i 100 km/h su mari e regioni centro-meridionali. Questa depressione inoltre manterrà il tempo perturbato al Centro-sud fino alla giornata di venerdì e con strascichi anche nella giornata di sabato.

Nel dettaglio mercoledì una nuova perturbazione investirà l’Italia causando nevicate fino a quote pianeggianti al Nordovest (Piemonte, Liguria ed Emilia occidentale), ma con tendenza ad estensione delle precipitazioni anche al resto del Nord nel corso della sera. Sulle regioni centrali e sui settori occidentali delle Isole possibili piogge o temporali e nevicate a quote collinari nelle aree interne del Centro e della Sardegna. Qualche isolata precipitazione possibile anche sulla Campania. Giornata ancora ventosa, in particolare sui settori di Ponente dove in serata tenderà a formarsi una profonda depressione. Temperature massime in calo al Nord. Giovedì tendenza a schiarite nei settori a nord del Po; nel resto del Paese cielo da nuvoloso a molto nuvoloso con nevicate fino in pianura su basso Piemonte ed Emilia, in esaurimento dal pomeriggio. In Romagna neve oltre 200-300 metri. Su regioni del medio e basso Adriatico, Lazio meridionale, regioni del Sud e isole maggiori precipitazioni diffuse localmente intense e con possibili temporali. Sull’Appennino centrale e sui rilievi di Sardegna e Sicilia quota neve compresa tra 500 e 700 metri, oltre 800-1000 metri sull’Appennino meridionale. Temperature in lieve rialzo al Nord e sulla Toscana, in calo al Sud e sulle Isole. Venti fino a tempestosi al Centro-sud, in particolare sulla Sardegna. Mari da molto mossi a molto agitati, fino a grossi i mari attorno alla Sardegna con onde alte fino a 5-6 metri su mare di Sardegna, Canali delle Isole e Ionio meridionale.

Da metà settimana nuova fase di forte maltempo: profondo vortice ciclonico | NEWS METEO.IT

Foto Ansa

Ultime news

Le news più lette