Da giovedì nuove piogge e temporali, da domenica colpo di coda dell'inverno

Tra giovedì e il fine settimana l'Italia verrà raggiunta da una serie di perturbazioni. Tra domenica e lunedì sembra confermarsi una fase di maltempo di stampo tardo invernale

| Redatto da Rino Cutuli

Giungono conferme circa una seconda parte di settimana decisamente più dinamica e movimentata a causa del passaggio di diverse perturbazioni. Due in transito quasi simultaneamente sull'Italia tra giovedì e sabato, la terza nel weekend. Quest'ultima sarà responsabile, tra domenica e lunedì, di un colpo di coda dell'inverno con il ritorno della neve a quote insolitamente basse per la stagione.
Le previsioni per le prossime ore.

Da giovedì nuove piogge e temporali, da domenica colpo di coda dell'inverno | NEWS METEO.IT

La seconda parte della settimana molto movimentata, all’insegna del tempo instabile e a tratti anche perturbato. Tra la fine di giovedì e la giornata di sabato due perturbazioni transiteranno quasi simultaneamente sull’Italia: la n.1 di origine nord-atlantica al Centro-Nord, la n.2 nord-africana al Sud e sulla Sicilia. Una più intensa perturbazione, la n.3, in discesa dalle alte latitudini e associata ad aria fredda di origine artica, raggiungerà le regioni settentrionali alla fine di sabato e coinvolgerà un po’ tutto il nostro Paese tra domenica e lunedì prossimo, dando luogo ad una più marcata fase di maltempo di stampo tardo invernale.
In prospettiva, quindi, oltre alle piogge e i temporali, anche il ritorno della neve a quote insolitamente basse per la stagione, tra la fine di sabato e la giornata di domenica, sulle regioni di Nord-Est e sull’Appennino settentrionale (sotto i 1000 metri). Si tratta di una tendenza che necessiterà di conferme soprattutto nella tempistica e nei dettagli.

Giovedì tempo nel complesso abbastanza soleggiato in Emilia Romagna e al Centro-Sud, salvo il passaggio di velature nel corso della giornata sulle regioni centrali, più estese in serata. Nel pomeriggio non si escludono brevi e occasionali acquazzoni attorno all’Appennino abruzzese. All'alba locali nebbie a banchi nelle valli di Toscana e Umbria. Nel resto del Nord tendenza a un graduale aumento della nuvolosità a partire da ovest: nel pomeriggio e in serata primi rovesci o temporali nel settore alpino e prealpino su Valle d’Aosta, Piemonte e nord-ovest della Lombardia, in estensione nella successiva notte alle restanti regioni settentrionali. Clima decisamente mite con temperature massime in aumento al Centro-Sud e sulle Isole e diffusamente superiori ai 20 gradi. Venti di Libeccio in rinforzo. 


Venerdì alto rischio di piogge e temporali su tutte le regioni settentrionali e, in forma più isolata, anche su Toscana, Umbria e Marche. Nel corso della giornata giungeranno alcune piogge sulla Sicilia, in propagazione alla Calabria. Nella successiva notte peggiora sensibilmente sulle regioni centrali tirreniche. Temperature massime in lieve diminuzione al Nord, clima ancora ovunque complessivamente mite e primaverile.

Da giovedì nuove piogge e temporali, da domenica colpo di coda dell'inverno | NEWS METEO.IT

Foto iStock/Getty Images

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette