Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'8 dicembre

ore 20:00

L'impulso di aria fredda che ha raggiunto l'Italia questa domenica ha abbassato le temperature da Nord a Sud. Le massime a Milano si sono abbassate in due giorni di 5 gradi, dai 13 gradi di sabato agli 8 gradi registrati oggi. A Roma dai 16 gradi ai 13 gradi di questo pomeriggio.

Da questa notte, con l'arrivo di nuova aria fredda dall'Atlantico, si verificheranno le prime vere nevicate sull'Arco Alpino orientale e sull'Appennino settentrionale.

ore 20:00

ore 18:00

Ad Oristano, in Sardegna, sono caduti 32 mm di pioggia dalla mezzanotte di oggi. Anche in Sicilia le piogge oggi hanno interessato la costa settentrionale della regione, tra il palermitano ed il messinese, con accumuli di 23mm a Capri Leone, in provincia di Messina.

ore 18:00

ore 16:00

Stanno aumentando le nuvole al Nordovest, segnale del peggioramento previsto per questa sera. 

ore 16:00

ore 15:00

Splende il sole in Liguria. In serata però il tempo tornerà a peggiorare e non mancheranno rovesci e temporali sulle coste.

ore 15:00

ore 14:00

La giornata di domani sarà ventosa, per venti settentrionali, anche forti sui mari del Centronord con raffiche fino a 60-80 km/h.

ore 14:00

ore 13:00

Tempo instabile nelle Marche. 

ore 13:00

ore 12:00

Cielo nuvoloso e piogge in Sardegna. 

ore 12:00

ore 10:30

L'immagine che arriva dal satellite ci mostra la nebbia che si è formata stamattina in Pianura Padana. 

ore 10:30

ore 9:30

Il tempo è migliorato sulla maggior parte del Centronord ma insiste ancora un po' di nuvolosità sul versante adriatico dove oggi non sono escluse delle piogge.

ore 9:30

ore 8:30

I rasserenamenti hanno favorito la formazione delle nebbie nelle pianure del Nord. 

ore 8:30

ore 8:00

In questa mattinata il tempo è migliorato decisamente al Nord e sul versante tirrenico. 

ore 8:00

Cos'è l'aria polare marittima

Alla fine di oggi un nucleo di aria polare marittima ci regalerà il primo assaggio d'inverno. Ma da dove arriva l'aria polare marittima? Quali sono le sue caratteristiche?

Si tratta di masse d'aria provenienti dal Nord Atlantico, ai confini con il Circolo Polare Artico. È, quindi, aria decisamente fredda che, però, nel muoversi sopra l'Oceano si carica anche di umidità, che poi trasforma in piogge e neve sul continente. Il fatto di sorvolare le acque dell'oceano contribuisce comunque a mitigarne il freddo e a renderla quindi meno gelida dell'aria polare continentale o dell'aria artica. Insomma, il nucleo in arrivo alla fine di domani ci porterà il freddo e un po' di neve in montagna, ma di certo non il gelo intenso o la neve fino a quote di pianura.

Cos'è l'aria polare marittima

La situazione

Ci attende una giornata tutto sommato discreta, con nuvole e un po’ di piogge confinate più che altro su regioni adriatiche e Isole, mentre al Nord e versante tirrenico della Penisola tornerà a farsi vedere un po’ di sole; in compenso i rasserenamenti delle prossime ore favoriranno un abbassamento delle temperature minime, con deboli gelate al Nord anche in pianura. Già alla fine di oggi però il tempo comincerà a prendere una piega decisamente più invernale. Tra la sera e la notte di oggi infatti al Nord torneranno le piogge, accompagnate da nevicate fino a quote collinari, per l’arrivo di un nucleo di aria polare marittima: si tratta di correnti molto fredde ma anche piuttosto umide perché provenienti dalle regioni più settentrionali del Nord Atlantico, ai confini con il Circolo Polare Artico. Queste stesse correnti, molto fredde, tra martedì e mercoledì porteranno freddo pungente in quasi tutta Italia (un po’ per l’abbassamento delle temperature e un po’ per i venti gelidi che accentueranno la sensazione di freddo), accompagnato però da poche piogge, concentrate più che altro al Nordovest, Medio Adriatico e Isole, e poche nevicate, anche se val la pena di segnalare che sui rilievi di Piemonte e Liguria la neve si spingerà comunque fino a quote collinari. In ogni caso l’arrivo della massa d’aria polare marittima ci proietterà in un clima decisamente più invernale.

La situazione

Oggi al mattino bello al Nordovest, regioni centrali tirreniche e Campania, nuvoloso o molto nuvoloso altrove: piogge sparse su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia, con qualche nevicata oltre 1000-1200 metri sul versante adriatico dell’Appennino Centrale. Nel pomeriggio ampie schiarite anche al Nordest: ancora qualche piovasco su Abruzzo, Puglia, Calabria e Isole. In serata nuovo aumento della nuvolosità su tutto il Nord e nel corso della notte piogge sparse su Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia, Trentino, Alto Adige e Alto Veneto, con nevicate sui rilievi oltre 500-1000 metri; qualche pioggia anche su Alta Toscana, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Temperature minime in calo al Nord e regioni tirreniche, con qualche debole gelata nelle regioni settentrionali; massime in generale stazionarie o in lieve calo, per lo più ancora leggermente al di sopra delle medie stagionali.

Ventoso per freddi venti di Tramontana in gran parte del Centrosud e Isole.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'8 dicembre | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'8 dicembre | NEWS METEO.IT

Tempeste Nord-Atlantiche

In questo periodo forti perturbazioni attraversano il Nord Atlantico andando a interessare in maniera più efficace i Paesi nordici. Alcuni "frammenti" di queste vere e proprie tempeste riescono a raggiungere anche le nostre latitudini, ma accompagnati da fenomeni un po’ meno dirompenti, come ad esempio l’impulso che interessa le Isole maggiori e il Tirreno, oppure il fronte freddo che porterà un assaggio d’inverno fra martedì e mercoledì.

Fra queste tempeste è sicuramente da segnalare quella prevista per martedì nella zona del Nord Atlantico fra Groenlandia, Islanda e Isole Britanniche dove si formerà un minimo depressionario di circa 940 hPa, del tutto paragonabile a quello di molti uragani tropicali. Infatti, i cicloni extra-tropicali così profondi vengono giustamente chiamati depressioni-uragano e portano con sé un carico di energia assolutamente confrontabile. Di fatto, fra martedì e mercoledì, mentre noi avremo a che fare con i primi "balbettii" invernali, nel tratto di oceano fra Islanda, Scozia e Irlanda si sentiranno le urla di questa tempesta con venti gelidi a oltre 120 km/h e onde alte fino a 15 metri.

Dall'immagine aggiornata del satellite Eumetsat si notano i minimi depressionari presenti nel Nord Atlantico. 

Tempeste Nord-Atlantiche

Un novembre monsonico

A conti fatti, il mese di novembre risulta in cima alla classifica dei più piovosi della storia a livello nazionale, dopo essere stato eletto il più caldo di sempre.
I nostri approfondimenti curati da Simone Abelli:
Piogge monsoniche: a novembre nuovi record assoluti 

Un novembre monsonico

Anno 2014: il più caldo di sempre 

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'8 dicembre | NEWS METEO.IT

Cosa è successo ieri?
Il mese di novembre è stato caratterizzato da 7 perturbazioni che hanno causato episodi di forte maltempo in quasi tutta Italia. Inizia dicembre con il ciclone mediterraneo causato dalla perturbazione N°7 di novembre, per tutta la prima settimana le previsioni non sono confortanti, con l'arrivo della perturbazione N°1 di dicembre, da domenica 7 primo calo sensibile delle temperature.

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE


Pubblicato da meteo.it in data 8 dicembre 2014  

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'8 dicembre | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette