Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 marzo 2015

| Redatto da Meteo.it

ore 19:00

A causa della discesa di aria fredda, da domani le temperature assumeranno valori sotto le medie al Centrosud. Ecco le massime previste per venerdì.

ore 19:00

ore 18:00

Si è fermato un Paese intero. Per un minuto. Alle 14:46 ora locale (le 6:46 ora italiana). Tutto il Giappone ha ricordato oggi la triplice catastrofe abbattutasi esattamente quattro anni fa, l’11 marzo del 2011, sul Nordest del Paese. Un sisma con tsunami (le onde raggiunsero l’altezza di 10 metri) che si è portato via la vita di 18.500 persone, tra morti e dispersi: dramma cui si è poi aggiunta la crisi nucleare, ancora oggi irrisolta, di Fukushima. Una catastrofe vera e propria, che vide la fusione del nocciolo di tre reattori della centrale. Venne rilasciata una tale radioattività che il disastro fu classificato di livello 7, il massimo di gravità per gli incidenti nucleari, raggiunto solo da Chernobyl. Venne contaminato il suolo in un’area di 600 chilometri attorno alla centrale e il mare risultò radioattivo fino a cinquanta volte i limiti di sicurezza nelle settimane successive all’incidente. Il governo giapponese ha celebrato la ricorrenza al Teatro Nazionale di Tokyo. Alla cerimonia ufficiale hanno preso parte alcune migliaia di persone, tra cui l'imperatore Akihito e la consorte Michiko, il premier Shinzo Abe e i rappresentanti delle prefetture di Fukushima, Miyagi e Iwate, le più colpite. 14:46, questa è stata infatti l’ora esatta della scossa di magnitudo 9 che, con una durata di oltre 120 secondi, ha letteralmente messo in ginocchio il Paese asiatico; e proprio a quell’ora, lungo la costa orientale del Tohoku, venivano lanciate le sirene d’allarme dello tsunami. Quattro le città in tutto il mondo che, oltre alla capitale giapponese, hanno celebrato la ricorrenze: tra queste anche Roma.

ore 18:00

ore 17:20

Si chiude una giornata movimentata dal punto di vista meteorologico su Gallipoli. Timide schiarite si affacciano infatti all'orizzonte, mentre la pioggia, come testimoniano le nubi minacciose, ha appena bagnato gran parte della zona circostante. 

ore 17:20

ore 16:00

L'alta pressione sta portando le temperature su valori molto elevati al Nord e in Sardegna: sono stati raggiunti  infatti ben 20°C a Bolzano, 19°C a Olbia e 18°C a Milano, Bologna e Torino.  Nel sud della Spagna sono stati toccati addirittura 27°C a Murcia. 

ore 16:00

ore 15:15

Solar Impulse 2, l’aeroplano ultraleggero alimentato a energia solare, sta per atterrare in Cina. Questo aereo decisamente speciale è decollato nei giorni scorsi da Abu Dhabi per compiere nei prossimi cinque mesi un giro del mondo da record: si tratta del primo velivolo alimentato dal Sole a compiere l’impresa. Il viaggio conta un totale complessivo di 35mila chilometri da coprire con spostamenti anche in India, Cina e Usa. Il velivolo, dall’apertura alare di 72 metri e un peso di 2,3 tonnellate, vanta oltre 17mila celle solari collocate lungo le ali. Lo pilotano André Borschberg e Bertrand Piccard, presidente di Solar Impulse. Il viaggio rappresenta un test molto importante per quel che riguarda la riduzione del consumo delle risorse fossili e lo sfruttamento delle energie rinnovabili. La Cina sarà protagonista della sesta tappa di viaggio di Solar Impulse 2, ovvero la tratta che collega la metropoli del sud-ovest cinese di Chongqing alla citta' di Nanchino, nella Cina orientale. I 1.190 chilometri della tratta saranno coperti in un viaggio della durata prevista di venti ore. L'arrivo a Chongqing dell'aereo a zero emissioni e' previsto per la seconda meta' del mese di marzo. Una volta archiviato questo risultato, Solar Impluse dovrà affrontare una tappa molto impegnativa: cinque giorni e cinque notti per arrivare alle Hawaii, attraversando l’Oceano Pacifico. L’aereo, per ricaricare le batterie in modo da rimanere in volo per tutta la notte, salirà durante il giorno a un’altitudine di ben 10.000 metri. Comprensibile la grande attenzione mediatica destata da questa sorprendente impresa.

ore 15:15

ore 14:00

È una bella giornata di sole anche in Lombardia.

ore 14:00

ore 13:15

Tra stanotte e domani un nuovo nucleo di aria più fredda spinto da correnti settentrionali raggiungerà l'Adriatico e successivamente attraverserà rapidamente il Centrosud, riportando un temporaneo peggioramento e un calo termico domani su Abruzzo, Molise e regioni meridionali, con piogge sparse e un po’ di neve in Appennino. Si tratta di aria polare marittima che, proprio attraversando l'Adriatico, subirà l'effetto di una mitigazione. Domani, in particolare, le criticità maggiori riguarderanno Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia: regioni nelle quali le piogge potranno essere anche di forte intensità.

ore 13:15

ore 12:10

Molte nubi in questo momento su Trieste, dove la temperatura si attesta sui 10 gradi.

ore 12:10

ore 11:15

Splende il sole in Campania. Questa webcam ci mostra il cielo sereno su Ischia.

ore 11:15

ore 10:30

Pochissime nubi anche sui rilievi della Val d'Aosta, dove si prevede una bella giornata con clima gradevole. 

ore 10:30
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 9:30

Dalle webcam è possibile notare la debole nuvolosità intransito al Nord, tra Lombardia, Liguria e Toscana, e al Sud. Deboli rovesci sulle regioni meridionali.

ore 9:30
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 marzo 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 8:00

La situazione in atto vista dalle webcam: molte nuvole insistono sulla Puglia centro-meridionale, dove sono in atto alcune piogge isolate nel brindisino.  Nubi abbastanza compatte in Liguria, ma con basso rischio di pioggia. 

ore 8:00

ore 7:00

Dal satellite si notano le nubi ancora presenti al Sud, che stanno dando luogo a precipitazioni in Puglia e Sicilia, e una maggiore nuvolosità in transito al Nord e Toscana. 

ore 7:00

La situazione

Ci troviamo ancora in una versione di marzo più vicina all'inverno che alla primavera. Ce ne accorgiamo soprattutto al primo mattino quando il clima freddo ci obbliga a indossare abiti pesanti; anche nel pomeriggio le temperature non riescono a salire più di tanto, specialmente al Sud e sul medio Adriatico dove restano ancora al di sotto della norma a causa della massa d’aria relativamente fredda che insiste tenacemente. Sull'Italia prevale l'influenza di un campo di alta pressione, più marcata sulle regioni Centro-settentrionali, ma questo non impedirà l’arrivo di una debole perturbazione che attraverserà l’Italia da Nord verso Sud, portando però solo delle nuvolosità. Nei prossimi l’Anticiclone delle Azzorre tenderà ad allungarsi trasversalmente sull'Europa continentale lasciando esposta l’Italia ad alcuni impulsi perturbati, il primo dei quali scivolerà rapidamente lungo la Penisola fra oggi e domani causando alcune precipitazioni lungo l’Adriatico e al Sud, ma soprattutto determinando un nuovo generale calo termico a causa dell’aria fredda che lo accompagna. In particolare: nella notte tra oggi e domani il nucleo di aria più fredda, spinto da correnti settentrionali, raggiungerà l'Adriatico e successivamente attraverserà rapidamente il Centrosud, riportando un temporaneo peggioramento e un calo termico domani su Abruzzo, Molise e regioni meridionali, con piogge sparse e un po' di neve in Appennino.

La situazione

Oggi

L'estremo Sud oggi risentirà ancora, ma solo molto marginalmente, dell'instabilità provocata dal vortice di bassa pressione in allontanamento verso la Grecia. Al mattino nuvolosità variabile e non compatta al Nord e su Toscana e Marche; nuvole all'estremo Sud, con qualche pioggia su Puglia centro-meridionale e Calabria. Bel tempo altrove. Nel pomeriggio tornano ampie schiarite al Nordovest, mentre aumentano le nubi al Centro; si attenuano le piogge al Sud. Di notte peggiora sul medio Adriatico, dalla Romagna al Gargano. Temperature in lieve aumento, con ancora una notevole escursione termica al Centro-Nord tra il mattino presto e il pomeriggio. Venti moderati di Maestrale sulle Isole e al Sud.

Oggi

Cos'è successo nei giorni appena trascorsi?

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A MARZO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A FEBBRAIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GENNAIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE 2014
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE 2014


Pubblicato da meteo.it l'11 marzo 2015

Cos'è successo nei giorni appena trascorsi?

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette