Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 gennaio 2015

ore 16:00

Le stazioni della rete Meteonetwork sulle Alpi hanno registrato raffiche di vento impressionanti: a Colere, in provincia di Bergamo, a 1000 m raffica massima di 155 km/h, al Rifugio Torre di Pisa (2670 metri), sul gruppo del Latemar, nel Comune di Predazzo, in provincia di Trento, la raffica massima registrata è di 185 km/h.

ore 16:00

ore 15:00

Stanotte torneranno valori sotto zero al Centronord; previsti -6 gradi per Bolzano, -5 gradi per Trento, -3 gradi per Aosta, Brescia, Cuneo, Piacenza, Verona, L’Aquila, -2 gradi per Bergamo, Milano, Novara, Torino, Venezia, Treviso, Rieti, -1 grado per Bologna, Udine, Campobasso, zero gradi per Rimini, Ancona, Perugia, Viterbo. 

ore 15:00

ore 14:00

L'immagine del satellite mostra l'aria polare che sta scavalcando le Alpi. Ad alta quota in Valle d'Aosta sta infatti nevicando.

ore 14:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 13:00

Tra alcune città del Nordovest e del Nordest si segnalano quasi 20 gradi di differenza. A Busca (CN) il termometro segna 20 gradi, a Ferrara 1 grado. 

ore 13:00

A Jesi, Chieti e Fasano la temperatura è 19 gradi.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 12:00

Nella giornata di oggi insistono venti da moderati a forti occidentali su gran parte dei mari di ponente e nelle Isole, di Libeccio su basso Adriatico e Ionio con raffiche anche fino 60-70 km/h. A Campobasso le raffiche di vento hanno appena raggiunto i 55 km/h.

ore 12:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 11:00

TEMPERATURE PAZZE. NEL CUNEESE E NEL TORINESE VALORI TIPICI DEL MESE DI GIUGNO

Confermiamo che le zone più calde d’Italia e d’Europa nella giornata di ieri sono state il Cuneese e il Torinese. In base ai dati dell’ARPA Piemonte sono stati superati i 26 gradi. San Chiaffredo di Busca (CN) che si trova a 494 metri ha registrato 26.6 gradi, Cumiana (TO) 26.6 gradi (il record risalente al 19 gennaio 2007 era di 27.3 gradi), Costigliole Saluzzo cittadina a 440 metri ha registrato 26.2 gradi, Pinerolo (TO) 25.9 gradi ( il record sempre risalente al 19 gennaio 2007 era 26.6 gradi), Stura di Lanzo 25.4 gradi, Bussoleno (TO) 25.3 gradi, Villanova Solaro (CN) 25.3 gradi (il record non battuto è 27.4gradi) con una minima registrata -0.7 gradi. 26-27 gradi sono valori che normalmente in queste zone si raggiungono in giugno.

ore 11:00

ore 10:00

La nebbia che insiste ancora a Venaria Reale (TO). 

ore 10:00

ore 9:00

L'immagine del satellite mostra la massa di aria fredda già addossata alle Alpi che metterà fine a questa parentesi di primavera; ad alta quota, in Valle d'Aosta sta già portando delle nevicate.

ore 9:00

ore 8:00

Risveglio con la nebbia in molte città di pianura, come ci mostra questa speciale colorazione del satellite. In alcune delle zone dell'Emilia Romagna e del basso Veneto la visibilità si attesta intorno 50-60 metri. 

ore 8:00

La situazione

Anche la giornata di oggi vedrà temperature superiori alla norma in gran parte dell’Italia, con un ulteriore aumento sulle regioni adriatiche e al Sud, mentre al Nordovest, nonostante l’insistenza dei venti di Foehn, non si ripeteranno i valori record registrati ieri nel Cuneese, che con valori massimi fino a 25/26 gradi, è stata la zone più calda non solo d’Italia, ma di tutta l’Europa!

A garantire questo assaggio di tempo primaverile è l’alta pressione dell’Anticiclone delle Azzorre che, allungandosi sul Mediterraneo, trascina fin sull’Italia correnti decisamente tiepide. La parentesi primaverile però non durerà molto. Già alla fine di oggi sull’Italia faranno irruzione fredde correnti di origine polare.

La situazione

Le fredde correnti di origine polare, nella notte tra domenica e lunedì, porteranno anche delle nevicate sull’Appennino centro-meridionale per poi lasciarci in eredità un lunedì nel complesso soleggiato ma anche più freddo rispetto a questo fine settimana, con temperature vicine a quelle normali per il periodo.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Nei giorni successivi, tra martedì e venerdì, pur senza occupare direttamente la Penisola, l’alta pressione proteggerà l’Italia dal passaggio di nuove perturbazione e ci regalerà giornate dal tempo tutto sommato buono e mite, con temperature in generale al di sopra della norma (anche se non si toccheranno le punte elevate di questo fine settimana).

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Oggi

Nuvole al Nordest, regioni tirreniche e Umbria, con qualche pioggia in Friuli Venezia Giulia, alta Toscana e Campania; deboli nevicate sul settore alpino orientale, inizialmente solo ad alta quota, poi oltre i 1000 metri. Rasserenamenti dal pomeriggio al Nordovest con l’intensificarsi dei venti di Foehn. Bel tempo sulle Isole, fino al pomeriggio anche sul medio e basso Adriatico, dove peggiora tra sera notte con rovesci sulle coste e neve in Appennino.

Oggi

Temperature in calo su Alpi, Piemonte, ma ancora miti in pianura, in rialzo al Centrosud.
Giornata ventosa, con forte Maestrale in Sardegna; mari molto mossi o agitati.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Temperature pazze

La preannunciata “Primavera di Gennaio” è giunta ieri sull'Italia.

Il responsabile delle temperature sensibilmente al di sopra della norma di sabato 10, su livelli primaverili se non addirittura in qualche caso anche estivi - affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo - è un possente Anticiclone delle Azzorre che continua a spingere verso l’Italia correnti di aria davvero mite. Le temperature di questa giornata sono eccezionalmente elevate soprattutto nelle Alpi, nelle zone di valle e pedemontane del Nord dove l’anomalia rispetto alle medie è anche dell’ordine di 20 gradi.
Per fare qualche esempio ad una quota compresa tra 500 e 1000 metri le temperature oggi oscillano intorno ai 20 gradi ma con qualche valore anche superiore, fino 22-23 gradi.
Anche al Centrosud il clima è particolarmente mite.

Il radiosondaggio effettuato la scorsa mezzanotte con il lancio del pallone sonda dall'aeroporto di Linate, alle porte di Milano, ha confermato che sul Nord è presente una massa di aria molto calda; la sonda infatti da dovuto raggiungere la quota di 3600 metri per trovare una temperatura di zero gradi.

Temperature pazze

Il Cuneese si conferma la zona più calda non solo d'Italia ma di tutta Europa; la località dove è stata registrata oggi la temperatura più alta si trova in provincia di Cuneo e si tratta di Costigliole Saluzzo dove il termometro ha raggiunto i 26 gradi. Il dato è particolarmente singolare se si considera che la minima di stanotte era 0 gradi; in poche ore quindi la temperatura ha fatto un salto in avanti di 26 gradi. Stessa situazione ad esempio anche a Villanova Solaro, sempre in provincia di Cuneo, dove si è passati da -1 grado a 24 gradi.

Siamo però ancora lontani dai record; il 19 gennaio 2007 nel Cuneese sono stati sfiorati i 30 gradi.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Oggi, invece, le zone più calde saranno probabilmente i settori del medio-basso Adriatico e quelli ionici. La parentesi primaverile però non durerà molto. Come appena detto, già alla fine di oggi sull’Italia faranno irruzione fredde correnti di origine polare che causeranno un lunedì nel complesso soleggiato ma anche più freddo rispetto a questo fine settimana, con temperature vicine a quelle normali per il periodo, specie al Centrosud. Nell’arco di 48 ore lo sbalzo termico sarà marcato, anche dell’ordine di 20/25 gradi. Per fare un esempio Aosta che oggi ha raggiunto 22 gradi, lunedì mattina vedrà -3 gradi con una massima pomeridiana prevista di 7 gradi, anche Cuneo passerà da 26 gradi a -4 gradi previsti sempre per lunedì mattina, con una massima di 8 gradi e Milano passerà da 17 gradi a 10 gradi di massima con una minima di 0 gradi.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale dell'11 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Cos'è successo nei giorni appena trascorsi?

La prima settimana del 2015 si apre con il ritorno dell'Anticiclone delle Azzorre, ma già da domenica 4 sono tornate le fredde correnti dal Nord Europa che hanno riportato il maltempo al Centro-Sud. Una nuova fase di bel tempo e di temperature sopra la norma sta interessando il nostro paese, ma già da domenica 11 è previsto l'arrivo di aria fredda.

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GENNAIO 2015

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE 2014

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE 2014


Pubblicato da meteo.it in data 11 gennaio 2015

Cos'è successo nei giorni appena trascorsi?

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette