Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015

| Redatto da Meteo.it

ore 20:00

Domani sarà una bella giornata di sole al Nord, Toscana, Marche, Umbria, Lazio e Sardegna, con rari ed innocui annuvolamenti. Nel resto del Paese nuvolosità variabile con precipitazioni intermittenti in Abruzzo, Molise, al Sud (eccetto le coste tirreniche di Campania e Calabria) e nei settori settentrionali e orientali della Sicilia; limite delle nevicate intorno ai 200-400 metri su Abruzzo e Molise, oltre i 700-1000 m sull'Appennino meridionale e sui rilievi della Sicilia. Temperature minime in lieve calo, massime in rialzo su Alpi e Sardegna.

ore 20:00

Venti da moderati a forti settentrionali al Centro-Sud, dove i mari resteranno molto mossi o agitati. Moderati venti di Bora sull'alto Adriatico.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 19:00

La profonda circolazione ciclonica, generatasi nelle ultime 48 ore sui mari attorno all’Italia, responsabile tra l’altro di una vera e propria tempesta di vento, con raffiche record fino a 130-140 Km/h, nel corso del fine settimana sposterà il proprio centro d’azione sul mar Ionio. Essa alimenterà ancora un’intensa e fredda ventilazione al Centrosud e manterrà attive condizioni di instabilità nelle regioni meridionali.

ore 19:00

A inizio settimana è molto probabile che insista un po' di instabilità tra Calabria e Sicilia, mentre al Centronord si rafforzerà l’alta pressione che favorirà il bel tempo e un sensibile aumento delle temperature; in particolare al Nord il clima sarà decisamente primaverile.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 18:00

Si chiude una bella giornata di sole in Lombardia. Ecco il tramonto su Capiago Intimiano.

ore 18:00

ore 17:00

In questa immagine sono chiaramente visibili i forti venti che soffiano ancora sulla nostra Penisola. Attualmente la circolazione ciclonica causa i venti più forti del nostro continente proprio sulle regioni del Centro-Sud. 

ore 17:00

Da dove arrivano i venti tempestosi che stanno sferzando l'Italia?

La colpa è del forte contrasto termiche tra le correnti gelide che hanno raggiunto il Mediterraneo e le acque tiepide di questo mare. In queste occasioni infatti, come per l'acqua nel pentolone sui fornelli, l'aria riscaldata dal basso comincia a salire velocemente e al suolo si genera un forte risucchio dalle regioni circostanti: ecco allora che l'aria richiamata verso il mulinello di bassa pressione arriva sotto forma di intensi venti che sono tanto più forti quanto più è potente il risucchio (cioè quanto più è grande la differenza di temperatura tra aria gelida e mare tiepido)

Da dove arrivano i venti tempestosi che stanno sferzando l'Italia?

ore 16.30

Sono 250mila gli abruzzesi che si ritrovano ora senza luce. Il black out è stato causato dal forte maltempo e dai venti che hanno interrotto il passaggio della corrente elettrica a Teramo e Chieti.

ore 16.30
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 16:00

Le temperature, a causa dell'arrivo di aria artica, sono scese principalmente nelle regioni meridionali, dove il vento accentua ulteriormente la sensazione di freddo a causa dell'effetto Wind-Chill: le temperature percepite si differenziano in negativo da quelle effettive di 5-6 gradi. A Pescara la temperatura dell'aria di 9 gradi, viene percepita intorno ai 5 gradi. Allo stesso modo a Viterbo la temperatura percepita è di 1 grado, 6 in meno della temperature effettiva. Al Nord, invece, complice una giornata di sole, le temperature massime registrate sono superiori alla norma del periodo di 3-4 gradi.

ore 16:00

ore 15:00

Le precipitazioni oggi hanno interessato principalmente Abruzzo, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Gli accumuli più importanti in provincia di Potenza (50mm), come si può vedere dalla mappa degli accumuli totali di oggi di Meteonetwork:

ore 15:00

ore 14:00

Mare increspato dai venti forti al Centro-Sud. La nuvolosità ed i rovesci si stanno gradualmente spostando verso sud seguendo il vortice ciclonico che nei prossimi giorni scivolerà verso sud sud-est.

ore 14:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 13:00

Tempesta di Vento: Gallipoli e Campobasso le raffiche di vento superano i 70km/h. Sulle coste orientali della Sardegna le raffiche continuano a superare i 100 km/h, con picchi fino a 125 km orari.

ore 13:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 12:00

Al Nord l'alta pressione garantisce, come ieri, una giornata di pieno sole e temperature gradevoli. 

► Guarda, da una prospettiva unica le foto panoramiche della città di Milano e delle Alpi

ore 12:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 11:00

Tempesta di vento anche oggi sulle regioni centro-meridionali: a Capo Bellavista sono state registrate in questi istanti raffiche fino a 125km/h, a Napoli venti a 60km/h, a Viterbo e Frosinone raffiche intorno ai 70km/h, a Monte Sant'Angelo in Puglia le raffiche hanno raggiunto 85km/h.

ore 11:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 10:30

Un salto dall'altra parte del mondo: alle Hawaii sono caduti oltre 20 centimetri di neve fresca. Questa la visuale dalla vetta del Vulcano Mauna Loa:

ore 10:30

ore 9:30

Piogge in atto sulle regioni meridionali: in Puglia, tra Basilicata e Calabria ed in Sicilia. Ecco la situazione dalle nostre webcam: 

ore 9:30
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 8:00

Dalle immagini delle webcam il maltempo che imperversa al Centrosud tra piogge e nevicate. 

ore 8:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

ore 7:00

Dal satellite il vortice di bassa pressione responsabile del maltempo sul nostro Paese. 

ore 7:00

ore 6:30

La tempesta di vento non da tregua al nostro Paese; anche in questa mattinata raffiche ad esempio fino a 127 km/h a Montelabbate (PU). 

ore 6:30

La situazione

Siamo alle prese con una violenta perturbazione di stampo invernale che sta causando forte maltempo in molte regioni del Centro-Sud. La massa d’aria di origine polare marittima che la accompagna ha generato una profonda depressione sui mari attorno alla Penisola, responsabile tra l’altro di una vera e propria tempesta di vento, con raffiche record fino a 130-140 Km/h. Oggi ancora maltempo e vento al Centro-Sud poi nel fine settimana la depressione mediterranea si porterà sullo Ionio dove insisterà fino all'inizio della prossima settimana portando ancora instabilità all'estremo Sud mentre al Centro già dal weekend migliorerà.

La situazione

A metà della prossima settimana la rimonta dell’alta pressione verso il Mediterraneo riporterà ovunque una fase di maggiore stabilità e un clima decisamente più mite.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

Oggi

Al Nord, su Toscana, Umbria, nord delle Marche e Lazio cielo sereno o poco nuvoloso. Altrove cielo da nuvoloso a molto nuvoloso, con precipitazioni su Abruzzo, Molise (nevose oltre 300-600 m), al Sud e in Sicilia, nevose oltre 700-1000 m. I fenomeni saranno più intensi in Puglia, Basilicata, alta Calabria e nord Sicilia.

Oggi

I venti saranno forti o molto forti al Centrosud, con ancora raffiche fino a 100 Km/h. Ventoso anche sull’alto Adriatico per venti di Bora, di conseguenza i mari saranno da molto mossi a molto agitati, grosso il Tirreno occidentale. Temperature in diminuzione al Sud soprattutto per effetto del raffreddamento da parte del vento.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 6 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

Allerta al Centro-Sud

Allerta elevata (allerta 2, rossa) e moderata (allerta 1, arancione) in numerose zone d'Italia emessa per oggi dalla Protezione Civile. Sul bollettino di criticità della Protezione Civile troviamo quali siano le zone interessate.
Elevata criticità (allerta 2, rossa) per rischio idraulico diffuso su:
MARCHE: Pianura Marchigiana Meridionale.
Moderata criticità (allerta 1, arancione) per rischio idraulico diffuso su:
ABRUZZO: Bacino del Pescara, Bacini Tordino Vomano, Bacino Basso del Sangro;
MARCHE: Appennino Marchigiano Settentrionale, Pianura Marchigiana Settentrionale, Appennino Marchigiano Meridionale;
MOLISE: Litoranea;
PUGLIA: Basso Fortore.
Moderata criticità (allerta 1, arancione) per rischio idrogeologico localizzato su:
ABRUZZO: Bacino dell'Aterno, Marsica, Bacino Alto del Sangro;
MOLISE: Frentani-Sannio Matese;
SICILIA: Nord-Orientale versante tirrenico e isole Eolie, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Centro-Settentrionale versante tirrenico;
UMBRIA: Nera Corno, Alto Tevere, Chiascio Topino Marroggia.

Queste le norme da seguire in caso di vento forte:
► Norme di comportamento in caso di vento forte

Allerta al Centro-Sud

Le cause

Il violento ciclone che sta imperversando sull'Italia, e che ieri ha causato danni in molte delle regioni centro-meridionali, si è spostato oggi più a Sud, vicino alla punta del nostro Stivale. Si è formato a causa dello scontro fra le correnti fredde di origine artica e quelle più miti di origine tropicale. Gli effetti devastanti di questo vortice di bassa pressione sono molteplici. Innanzitutto ha innescato venti degni di una tempesta tropicale con punte intorno a 140 km/h. Violente mareggiate sulle coste tirreniche del nostro Paese. Le raffiche più violente sono quelle legate ai venti settentrionali che hanno interessato prima il Centro-Nord ma che rapidamente hanno preso il sopravvento anche al Sud. L’aria molto fredda trasportata da questi venti invaderà quindi tutto il territorio causando un brusco calo termico che sarà particolarmente sensibile al Centro-Sud dove il freddo verrà amplificato dall'effetto del vento (wind-chill). Non mancano le forti precipitazioni concentrate più che altro al Centro-Sud ma che si rivelano decisamente abbondanti nelle regioni del medio Adriatico. Nel frattempo vere e proprie bufere di neve hanno sferzando gli Appennini a quote sempre più basse con accumuli superiori al metro di neve fresca sui rilievi centrali entro la giornata di domani. Anche oggi riuscirà a mantenere una forte ventilazione soprattutto al Centro-Sud dove le raffiche potranno comunque toccare punte oltre 100 km/h.

Le cause

Cos'è successo nei giorni appena trascorsi?

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A MARZO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A FEBBRAIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GENNAIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE 2014
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE 2014


Pubblicato da meteo.it il 6 marzo 2015

Cos'è successo nei giorni appena trascorsi?

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette