Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015

ore 19:00

Italia divisa in due dalle condizioni meteorologiche. Un viaggio nel nostro Paese tramite le immagini delle webcam al tramonto.

ore 19:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 18:00

Ancora piogge intense stanno colpendo l'Abruzzo e la Sicilia, come mostra l'immagine del radar della Protezione Civile.

ore 18:00

ore 17:00

Continuano a soffiare intensamente i venti sull'Italia, nell'immagine il mare mosso a Porto San Giorgio, nelle Marche, dove in questo momento il vento soffia a circa 30 km/h.

ore 17:00

Ben più elevati i venti in Sicilia e in Sardegna, a causa del vortice ciclonico che staziona sul basso Tirreno, come mostra l'immagine del satellite Eumetsat.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 16:30

Anche oggi temperature più alte delle medie da Nord a Sud, ma è in arrivo un calo termico significativo ad iniziare da domenica.

ore 16:30

ore 16:00

Dai dati aggiornati del servizio Meteomont, del Corpo Forestale dello Stato, e di AINEVA, anche domani sarà una giornata con un pericolo valanghe elevato sia sulle Alpi sia sugli Appennini, a causa della neve fresca appena portata dalla perturbazione N°6 di gennaio.
Tutti i particolari nell'articolo: "Valanghe: il rischio rimane elevato".

ore 16:00

ore 15:00

Fino a sabato la neve scenderà copiosa sull'Appennino marchigiano, Appennino abruzzese e Appennino molisano, elevando il pericolo valanghe su queste zone.

ore 15:00

ore 14:00

Caldo record in Australia

Mentre in Italia è in arrivo una perturbazione che lunedì abbasserà le temperature, dall'altra parte del mondo, in Australia, si stanno letteralmente sciogliendo dal caldo.
Già due città nell'Australia dell'Ovest, mercoledì hanno infranto i loro record di temperatura: la stazione meteo di Bulga Downs, a Sandstone, ha registrato 48 gradi e Carnarvon ha toccato i 47.9 °C, a causa di una vasta massa d'aria bollente che staziona da giorni sulla regione di Pilbara, nell'Ovest dello stato, anche oggi le temperature hanno sfiorato i 50 gradi ma la giornata più rovente è prevista essere domani.
Per saperne di più:
"Record di caldo in Australia: si sfiorano i 50°C"

ore 14:00

ore 13:00

Anche oggi il pericolo valanghe rimane elevato, sia sulle Alpi, sia sugli Appennini a causa delle recenti nevicate.
Sulle Alpi il rischio rimane marcato, grado 3, su quasi tutto l'arco alpino, mentre sugli Appennini il rischio valanghe è moderato, grado 2, sull'Appennino emiliano, Appennino toscano, Appennino umbro-marchigiano, Appennino marchigiano meridionale e Monti sibillini, Appennino abruzzese, Maiella e Appennino molisano.

Purtroppo anche quest'anno le valanghe hanno causato vittime. Le statistiche e i consigli per trascorrere le vacanze sulla neve in sicurezza.

ore 13:00

ore 12:00

Il vortice ciclonico, il cui centro è situato di fronte alla Campania, richiama forti venti. Al Centro-Nord soffiano venti settentrionali: a Campo Mele raffiche fino a 59 km/h ed a Trieste di 72 km/h. In Sardegna venti da nord-ovest fino a 64 km/h.

ore 12:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 11:00

L'immagine del satellite Eumetsat ben evidenzia lo scontro tra le masse d'aria a temperature differenti: la striscia di nuvolosità ben definita, ad Ovest della Sardegna, posizionata sulle Baleari, simile ad una "Street Cloud", si forma proprio per questo motivo.
Dalla seconda immagine del satellite Eumetsat con le masse d'aria evidenziate con diversi colori si vede nettamente la striscia più calda tra due masse d'aria fredda.

Per approfondire: "Striature nel cielo: una autostrada di nubi"

ore 11:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 10:00

Nebbia intensa alle porte di Milano e Monza in dissolvimento.

ore 10:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 9:00

Sciame sismico tra Emilia Romagna e Toscana: finora sono 23 le scosse di terremoto registrate nella zona tra Bologna e Prato. La scossa più forte, avvertita fino a Firenze e Modena, è di magnitudo 4.1 avvenuta alle 7.51 di questa mattina. Per precauzione sono state chiuse alcune scuole a Vernio e Castiglione.

ore 9:00

ore 8:00

Le piogge più intense dalla mezzanotte hanno colpito l'Abruzzo, sopratutto le zone costiere, con accumuli anche fino a 40 mm. Anche nel corso delle prossime ore il medio Adriatico potrà vedere il rischio di precipitazioni particolarmente intense, con rovesci diffusi.

ore 8:00

ore 7:00

Il vortice di bassa pressione responsabile di questa fase di maltempo si sta spostando verso est, portando piogge a tratti forti sull'Adriatico e al Sud. La neve sta cadendo sull'Appennino centrale al di sopra dei 1000 metri. Ecco l'immagine del satellite Eumetsat aggiornata.

ore 7:00

La situazione

La perturbazione N°6 giunta mercoledì sull’Italia porterà fino a sabato maltempo sul medio Adriatico e al Sud mentre al Nord la situazione migliorerà rapidamente. Domenica un nuovo impulso freddo, la perturbazione N°7 del mese, proveniente dal Nord Atlantico, farà irruzione nel Mediterraneo Centro-Occidentale: gli effetti sull’Italia saranno soprattutto un nuovo rinforzo dei venti, un sensibile calo termico, che si avvertirà soprattutto a inizio settimana,  e un po’ di instabilità fra le Isole e l’estremo Sud. Negli ultimi giorni del mese si profila una situazione caratterizzata da intense correnti nord-occidentali che, pur essendo fredde e perturbate, non riusciranno a causare molte precipitazioni grazie alla presenza delle Alpi che ne bloccheranno gran parte, soprattutto nevose, lungo i versanti esteri.

La situazione
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Oggi

Cielo da nuvoloso a molto nuvoloso al Centrosud, con precipitazioni diffuse e localmente intense nel settore del medio Adriatico, nevose in Appennino fin verso 900 m. Tempo instabile con piogge o rovesci intermittenti nelle restanti regioni, ad eccezione della Toscana. Nuvolosità irregolare su Emilia Romagna e Venezie, con occasionali fenomeni in Romagna. Bel tempo nel resto del Nord.

Temperature: minime in diminuzione al Nord con qualche gelata specie nelle aree innevate; massime in rialzo al Nordovest, in calo al Centrosud.

Molto vento su tutti i mari, al Centro, in Sardegna e nelle vallate alpine; locali episodi di Föhn al Nordovest.

Oggi
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 23 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Pericolo valanghe

Rischio valanghe elevato anche per la giornata di oggi: su quasi tutto l'arco alpino anche è previsto grado 3, pericolo marcato. Inoltre, a causa delle nuove nevicate, anche sugli Appenini il rischio valanghe risulta moderato, grado 2, in particolare sull'Appennino emiliano, Appennino toscano, Appennino umbro-marchigiano, Appennino marchigiano meridionale - Monti sibillini, Appennino abruzzese, Maiella e Appennino molisano.
I dettagli nell'articolo dedicato: 
"Valanghe, il rischio rimane elevato".

Pericolo valanghe

Accadde oggi

Il 23 gennaio 1972, a causa dell'insistenza delle piogge, il quartiere Rabatana di Tursi, in provincia di Matera, venne interessato da una frana. Furono evacuate oltre 300 persone.

Anche oggi il Sud sarà interessato da un vortice ciclonico, causato dalla perturbazione N°6 del mese di gennaio, che porterà precipitazioni a tratti intense.

Accadde oggi

Cos'è successo nei giorni appena trascorsi?

La prima settimana del 2015 si apre con il ritorno dell'Anticiclone delle Azzorre, ma già da domenica 4 sono tornate le fredde correnti dal Nord Europa che hanno riportato il maltempo al Centro-Sud. Una nuova fase di bel tempo e di temperature sopra la norma ha interessando il nostro paese, ma già nel fine settimana del 17 e 18 gennaio, una perturbazione ha riportato la neve sui rilievi delle Alpi. Due perturbazioni stanno interessando l'Italia in questa settimana, la neve torna anche in Appennino.

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GENNAIO 2015

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE 2014

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE 2014


Pubblicato da meteo.it in data 23 gennaio 2015

Cos'è successo nei giorni appena trascorsi?

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette