Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015

ore 19:30

Caldo record in Australia

Mentre in Italia è in arrivo una perturbazione che domenica abbasserà le temperature, dall'altra parte del mondo, in Australia, si stanno letteralmente sciogliendo dal caldo.
Il sistema meteorologico nazionale ha avvertito che domani potrebbe essere la giornata più calda degli ultimi 20 anni nelle città australiane di Marble Bar e Newman, nell'estremo Ovest, dove si potranno affrontare anche i 50 gradi. Questo perché una enorme massa di aria calda in lento movimento staziona sopra la regione di Pilbara, situata nella parte centro-settentrionale dello stato.
Già due città nell'Australia dell'Ovest, mercoledì - il giorno più caldo di gennaio - hanno infranto i loro record di temperatura: la stazione meteo di Bulga Downs, a Sandstone, ha registrato 48 gradi e Carnarvon ha toccato i 47.9 °C.
Soltanto in altre tre occasioni in Australia si sono sfiorati i 50 gradi: una volta nel 1998 e due volte nel 1960.

Foto credits ©Alamy

ore 19:30

ore 18:30

Dall'immagine del radar della Protezione Civile sono evidenti le forti precipitazioni che stanno colpendo in queste ore il Sud.

ore 18:30

ore 17:30

Le immagini dalle webcam testimoniano il tempo in atto sul nostro Paese, diviso in due dal punto di vista meteorologico:

ore 17:30
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 16:30

Allerta moderata (allerta 1, arancione) sulla Sicilia emessa per la giornata di domani dalla Protezione Civile. Sul bollettino di criticità della Protezione Civile troviamo i dettagli delle zone interessate:

  • Moderata criticità per rischio idrogeologico localizzato per tutta la regione Sicilia;
  • Ordinaria criticità (allerta gialla) per Lazio, Abruzzo, zone dell'Umbria confinanti con queste due regioni, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria.

Ciò a causa del maltempo che insisterà, nella giornata di domani, sul settore adriatico tra le Marche e il Molise con fenomeni anche forti e piogge sulla costa con nevicate insistenti sul versante adriatico a partire dai 900 metri. Fenomeni più intermittenti su basso Lazio, Campania, nordovest della Calabria, Gargano, Salento e Isole. Tra sera notte inizierà una fase instabile con possibili rovesci sui settori tirrenici di Calabria e Sicilia. Anche i venti saranno in rinforzo: la depressione è centrata sul Tirreno e la sua rotazione antioraria favorirà l’arrivo di venti da moderati a forti ovunque, tranne in Val Padana, con raffiche anche a 60-70 km/h in Sardegna, Sicilia meridionale, Salento con Bora sul medio e alto Adriatico. Tramontana moderata in Liguria.

ore 16:30

ore 15:30

Rischio valanghe elevato anche per la giornata di domani: su quasi tutto l'arco alpino anche domani è previsto grado 3, pericolo marcato. Inoltre, a causa delle nevicate delle prossime ore, anche sugli Appenini il rischio valanghe aumenterà.
I dettagli nell'articolo dedicato:
"Valanghe, il rischio rimane elevato".

ore 15:30

ore 14:30

Tempo molto instabile in Sicilia: nella zona orientale dell'Isola si sono verificati numerosi temporali che stanno creando alcuni disagi. A Catania si è verificata una grandinata e l'aeroporto di Fontanarossa è stato temporaneamente chiuso e i voli sono dirottati negli scali di Palermo e Trapani.

Dalla mappa dei fulmini si nota la concentrazione dei temporali intorno al capoluogo etneo.

ore 14:30

ore 14:00

La grandine colpisce Catania e provincia

Si è abbattuta su Catania e provincia una violenta grandinata, in quasi due ore sono cadute sulla città e nei paesi limitofi fino a 40 mm di pioggia. Nel centro del capoluogo etneo si sono allagate strade e parecchie auto sono rimaste bloccate, danneggiato anche un liceo scientifico. Sulla zona è stata diramata per domani dalla Protezione Civile un'allerta arancione.

Nell'immagine la vista sulla città di Catania pochi minuti fa.

ore 14:00

ore 13:00

Dopo l'instabilità di oggi al Nord domani qualche schiarita, ma ancora nuvole nel resto d’Italia: nel corso del giorno piogge sparse al Centro, Sud e Isole, anche intense su Abruzzo e Molise; nevicate sull’Appennino oltre 1000-1400 metri.

ore 13:00

ore 12:00

Temporali con intensa attività elettrica su Sicilia e a largo delle coste di Sardegna orientale, Lazio e Campania. 

ore 12:00

ore 10:30

Nuvolosità in aumento: la situazione dalle webcam a Cisternino e Gressoney. Nel pomeriggio è previsto un graduale miglioramento al Nord, mentre le piogge insisteranno, a tratti anche forti al Centro-Sud.

ore 10:30
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 8:00

Il contrasto tra l'aria al suolo e quella più fredda portata dal vortice sta generando anche alcuni temporali. Nelle primissime ore del giorno i fulmini erano concentrati sulla Campania, mentre ora i temporali stanno colpendo la Sardegna sud-occidentale e marginalmente anche la Sicilia e il Tirreno.

ore 8:00

ore 7:00

Il vortice ciclonico presente sul Paese porterà ancora maltempo, a tratti forte, in molte regioni. Sta piovendo ancora tra Piemonte, Lombardia e Nordest con nevicate a quote basse sui rilievi del Nordovest. Piogge in atto anche sulle regioni centrali tirreniche e sulle Isole. Ecco l'ultima immagine del satellite che ci mostra le nubi presenti sul Paese, con il vortice centrato sul Tirreno.

ore 7:00

La situazione

La perturbazione N°6 ha riportato la neve a bassa quota al Nord e, nelle prossime ore tenderà a concentrare la propria azione sulle regioni centro-meridionali generando un vortice depressionario che insisterà per alcuni giorni determinando forte instabilità e possibili situazioni critiche legate alle intense precipitazioni e ai forti venti.
Nel fine settimana un nuovo impulso freddo (perturbazione n.7) proveniente dal Nord Atlantico piomberà nel Mediterraneo centro-occidentale rinvigorendo l’area ciclonica ivi presente: gli effetti sull’Italia saranno soprattutto un nuovo rinforzo dei venti, un sensibile calo termico a partire da domenica e un po’ di instabilità fra le Isole e l’estremo Sud fino all’inizio della prossima settimana.
Negli ultimi giorni del mese si profila una situazione caratterizzata da intense correnti nord-occidentali che, pur essendo fredde e perturbate, non riusciranno a causare molte precipitazioni grazie alla barriera Alpina che bloccherà gran parte delle precipitazioni, soprattutto nevose, lungo i versanti esteri.

La situazione
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Oggi

Al mattino ancora qualche precipitazione sulle regioni settentrionali, specie a nord del corso del Po, nevosa oltre 300-600 metri sui rilievi; piogge e rovesci sparsi localmente intensi sulle regioni tirreniche, bassa Calabria e Isole, e neve oltre 1300 metri sull’Appennino. Dal pomeriggio deciso peggioramento su tutto il Sud e gradualmente anche su Emilia Romagna e versante del medio Adriatico, mentre tende a migliorare nel resto del Nord e in Toscana.

Temperature massime in leggero rialzo al Nord, in lieve diminuzione al Sud e sulle Isole maggiori.

Oggi
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 22 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Accadde oggi

Esattamente un anno fa un forti rovesci colpirono la Campania causando frane e inondazioni. Vi fu un ferito a Castellammare di Stabia (NA) e 100 famiglie vennero sfollate nel comune di Capaccio, nel salernitano.

Oggi pomeriggio di nuovo forti piogge colpiranno il Centrosud, a causa dell'avanzata della perturbazione numero 6.

Accadde oggi

Pericolo valanghe

A causa delle recenti e abbondanti nevicate, il rischio valanghe rimane elevato anche nella giornata di oggi. Il manto nevoso si sta consolidando lentamente ed è possibile il distacco di valanghe anche con un debole sovraccarico. In base ai dati forniti dagli esperti coordinati dall’AINEVA (Associazione Interregionale Neve e Valanghe) avremo un rischio di grado 3 (marcato) a grado 2 (moderato) su tutti i rilievi alpini.

Dati bollettino nivometeorologico Aineva

Approfondimento: le statistiche degli incidenti causati dalle valanghe e i consigli.

Pericolo valanghe

COS'È SUCCESSO NEI GIORNI APPENA TRASCORSI?

La prima settimana del 2015 si apre con il ritorno dell'Anticiclone delle Azzorre, ma già da domenica 4 sono tornate le fredde correnti dal Nord Europa che hanno riportato il maltempo al Centro-Sud. Una nuova fase di bel tempo e di temperature sopra la norma sta interessando il nostro paese, ma già questo fine settimana una perturbazione ha riportato la neve sui rilievi delle Alpi. Due perturbazioni stanno interessando l'Italia in questa settimana.

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GENNAIO 2015

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE 2014

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE 2014


Pubblicato da meteo.it in data 22 gennaio 2015   

COS'È SUCCESSO NEI GIORNI APPENA TRASCORSI?

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette