Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015

ore 19:00

Il tramonto catturato dalle webcam a Caorle, Genova e Perugia. Domani l'alta pressione garantirà tempo in prevalenza soleggiato e temperature in ulteriore rialzo. 

ore 19:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 17:00

Uno sguardo al cielo: sarà possibile osservare la cometa Lovejoy

Il 2015 si apre con una piacevole sopresa per gli appassionati astrofili: l'INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) ha comunicato oggi che sarà possibile osservare, nei prossimi giorni, il passaggio della cometa C/2014 Q2, più semplicemente denominata Lovejoy, dal nome del suo scopritore, l'astrofilo australiano Terry Lovejoy. Negli ultimi giorni del 2014 ha aumentato la sua luminosità fino al limite dell’osservazione ad occhio nudo, nelle zone dove il cielo limpido e l'assenza di inquinamento luminoso lo permettono.

L'aumento della luminosità dovrebbe proseguire anche nella prima settimana di gennaio e questo, in abbinamento al fatto che la cometa sta aumentando rapidamente la sua altezza, consentirà di osservare facilmente l'oggetto celeste con un binocolo e, in zone particolarmente buie, addirittura senza strumenti ottici.
La cometa si troverà alla minima distanza dalla Terra intorno al 7 gennaio, quindi apparirà più luminosa e sarà più agevole la sua osservazione.

Foto credits: Damian Peach/SEN

ore 17:00

ore 15:30

Cielo sereno oggi in tutta la Sicilia, finalmente è possibile osservare il fumo proveniente dalla bocca del vulcano, dovuto all'eruzione dell'Etna, iniziata il 28 dicembre alle 17:50.
Una carrellata di immagini che ritraggono il vulcano, visto dalle città che lo circondano.

ore 15:30
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 12:30 - Anche in Italia il fenomeno del "Lake effect"

Vi ricordate qualche settimana fa le abbondanti nevicate nella zona dei Grandi Laghi fra Stati Uniti e Canada dovute a quello che loro chiamano "lake effect" (effetto lago)? Nella giornata di mercoledì 31 dicembre anche noi abbiamo avuto a che fare con un effetto simile, determinato dallo scorrimento della massa d'aria gelida sopra i mari che circondano il nostro Paese. Molte delle nevicate lungo l'Adriatico e al Sud sono proprio causate da questo "lake effect" nostrano, ossia la progressiva instabilizzazione della massa d'aria fredda in scorrimento sopra i mari più caldi. Questa situazione dinamica crea, nella direzione delle correnti fredde, scie di nuvole cumuliformi sempre più grandi che quando vanno a toccare terra scaricano precipitazioni solitamente a carattere di rovescio o temporale. Nel caso di mercoledì si tratta più che altro di nevicate o i cosiddetti "rovesci di grandine piccola" conosciuti anche come "neve tonda" o "gragnola" che è una via di mezzo fra grandine e neve. Nell'immagine del satellite si notano le scie di cumuli che prendono vita al largo delle coste sottovento del versante tirrenico della Penisola e, dopo il "pompaggio" dovuto al fenomeno di cui stiamo parlando, vanno a impattare sui versanti opposti, soprattutto sulle Isole maggiori e intorno al Canale di Sicilia causando appunto le nevicate. In maniera un po' meno "scenografica" (a causa della minor larghezza del bacino), ma altrettanto efficace, il fenomeno è presente anche lungo l'Adriatico.

ore 12:30 - Anche in Italia il fenomeno del "Lake effect"

ore 11:00

Una splendida immagine di Fano Adriano, in provincia di Teramo, con vista sul Gran Sasso.

ore 11:00

Da Prato Selva, frazione di Fano Adriano, la vista sull'Adriatico.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 10:00

La situazione dalle webcam evidenzia ampie schiarite da nord a sud. Questa la situazione a Brescia, Erba, Martina Franca e Viterbo.

ore 10:00
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

ore 8:00

Oggi inizia a farsi sentire anche una notevole inversione termica: il freddo è intrappolato nei bassi strati, mentre in quota sta affluendo aria atlantica  più mite grazie all'espansione dell'alta pressione. Questa mattina alle ore 6 abbiamo registrato -4°C a Trento e ben 3°C sulla Paganella a oltre 2000 metri di quota. Stessa situazione a Parma con -1°C a 3°C sul Passo della Cisa. 

ore 8:00

ore 7:00

Oggi tempo in ulteriore miglioramento grazie all'espansione dell'Anticiclone delle Azzorre. Da segnalare solo qualche nube in più al Sud e le prime foschie sulle zone di pianura del Nord. Dall'immagine del satellite si nota sui Balcani l'area perturbata che ha portato la fase di maltempo al Centrosud.

ore 7:00

La situazione

Vivremo i primi giorni del nuovo anno in compagnia dell’Anticiclone delle Azzorre che favorirà una situazione un po’ più tranquilla e un generale rialzo termico fino a valori che, soprattutto nel fine settimana, torneranno sopra la media dopo aver vissuto l’unica (per ora) settimana pienamente invernale della stagione. Nonostante la presenza dell’alta pressione il tempo non sarà proprio splendido: infatti, un po’ di nuvole tenderanno a interessare sabato le zone tirreniche e le isole maggiori, domenica le Alpi, il medio Adriatico e il Sud, ma accompagnate da poche precipitazioni. Per l’Epifania le proiezioni non sono ancora ben definite, ma i dati attualmente a disposizione propendono per una situazione abbastanza buona accompagnata da un nuovo calo termico.

La situazione
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Oggi

Ulteriore miglioramento della situazione con schiarite sempre più ampie ed attenuazione dei venti sul medio Adriatico e al Sud. In tutto il resto del Paese prevarranno le schiarite, a parte il transito di qualche velatura sulle regioni settentrionali.

Gelate ancora abbastanza diffuse al primo mattino; massime in risalita con valori che tornano sui livelli normali di inizio gennaio.

Oggi
Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT


Cosa è successo ieri?

Il mese di novembre è stato caratterizzato da 7 perturbazioni che hanno causato episodi di forte maltempo in quasi tutta Italia. Inizia dicembre con il ciclone mediterraneo causato dalla perturbazione N°7 di novembre, per tutta la prima settimana la situazione rimane instabile, con l'arrivo della perturbazione N°1 di dicembre, da domenica 7 calo sensibile delle temperature seguito in questi giorni da un secondo impulso di aria polare marittima che ha portato sottozero le minime al Nord. Il 13 e 14 le temperature sono aumentate fino a raggiungere i 20 gradi al Sud. Il 15 una perturbazione ha portato piogge anche forti al Centro-Sud. Il 17 l'Anticiclone delle Azzorre ha riportato sole e temperature sopra le medie e fino al giorno di Natale abbiamo avuto tempo stabile, temperature miti e nebbie. Ma da Santo Stefano lo scenario è decisamente cambiato, il primo ruggito dell'inverno vero ha investito l'Italia nell'ultimo fine settimana dell'anno: i giorni di gelo chiudono il 2014. La prima settimana del 2015 si apre con il ritorno dell'Anticiclone delle Azzorre.

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GENNAIO 2015

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE 2014

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE 2014

Pubblicato da meteo.it in data 2 gennaio 2015

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 2 gennaio 2015 | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette