Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 15 marzo 2015

| Redatto da Meteo.it

ore 19:30

Attenzione domani al pericolo valanghe sulle Alpi, che sarà di grado 4 (forte) sul settore occidentale. Da grado 3 (marcato) a 2 (moderato) nel resto dell'arco alpino.

ore 19:30

ore 18:15

Nelle prossime 48 ore sono attese forti piogge al Nord, su medio Tirreno e Sardegna, oltre a neve abbondate sulle Alpi. Intensi venti di Scirocco porteranno le temperature a toccare i 20 gradi al Sud.

ore 18:15

ore 17:00

Forti piogge sono in atto sul Lazio. Si sta chiudendo una giornata di maltempo in gran parte del Centronord. 

ore 17:00

ore 16:00

Cuneo, che vi avevamo mostrato stamattina con una leggera velatura di neve, ora è avvolta in un fitto manto bianco. Come previsto, si stanno verificando in queste ore abbondanti nevicate sul Piemonte fino a quote collinari.

ore 16:00

ore 15:00

Maltempo anche in Toscana: questa webcam ci mostra Castelnuovo Cecina, comune nel Pisano che in questo momento è avvolto dalle nubi.

ore 15:00

ore 14:30

Le nubi e le piogge hanno raggiunto anche il medio Tirreno. Ecco Viterbo, in Lazio.

ore 14:30

ore 13:00

"Sull’arco alpino italiano il manto nevoso presenta discrete condizioni di stabilità, tant’è vero (come rappresentato sul sito www.aienva.it) che il pericolo valanghe è attestato sui gradi 1 - DEBOLE o 2 - MODERATO. Il “problema principale” è riconducibile alla presenza in quota, in particolare in canali ed avvallamenti sui versanti esposti a Nord, di accumuli e lastroni che poggiano su strati interni deboli che possono cedere ad una minima sollecitazione. Questi sono peraltro ben visibili e pertanto evitabili, anche se questo comporta di optare di percorrere superfici nevose più irregolari, modellate significativamente dal vento, o superfici lisce a tratti ghiacciate. Da ieri l’ingresso di correnti perturbate da Sud-Ovest, che incidono soprattutto sui settori occidentali con abbondanti precipitazioni su Piemonte e Liguria, sta determinado la ripresa dell’attività valanghiva spontanea con possibilità di distacco di molte valanghe, localmente anche di grandi dimensioni: oggi il pericolo potrà collocarsi sul grado 3 - MARCATO in ulteriore aumento. Sulle altre regioni, in funzione ai quantitativi finora previsti, il grado sarà 2 - MODERATO in possibile aumento. Un elemento che influirà significativamente sulla distribuzione e stabilità della neve fresca sarà determinato dall’intensa attività eolica da Sud-Est che alimenterà, progressivamente, accumuli e lastroni che si andranno a formare in canali ed avvallamenti, nonché sui pendii sottovento posti al di sotto di creste e dorsali. Lastroni di medie dimensioni potranno cedere spontaneamente al carico della nuova neve depositata dal vento e, ancor più, al passaggio di un singolo sciatore o escursionista. Ritornano quindi meteorologicamente le condizioni invernali, con neve nei fondivalle ed abbondanti spessori di neve fresca che richiedono la massima capacità di valutazione da parte degli appassionati che intendono intraprendere attività al di fuori delle zone gestite e controllate. E’ importante seguire l’evoluzione attraverso la puntuale lettura del Bollettino Nivometeorologico (www.aineva.it) oltre che dotarsi di strumenti per l’autosoccorso (ARTVA, sonda e pala da valanga)". A cura di Flavio Galbiati

ore 13:00

ore 12:00

Piogge intense sul Piemonte con neve fino a bassa quota. Questa webcam ci mostra Cuneo.

ore 12:00

ore 11:00

Come preannunciato, sta piovendo sul Ponente ligure. Proprio in questa zona oggi si prevedono le piogge più forti.

ore 11:00

ore 10:00

Nelle prossime 24 ore le piogge si faranno insistenti, accompagnate anche da rovesci e temporali su parte del versante tirrenico e la Sardegna orientale.

ore 10:00

ore 9:00

In provincia di Cuneo sono previste nuove nevicate che potranno anche essere abbondanti. 

ore 9:00

ore 8:00

Dall'immagine del radar le piogge in atto sul Nordovest. 

ore 8:00

ore 7:00

Dal satellite si vede la perturbazione n. 4 che ha già raggiunto l'Italia e in questa mattinata sta portando piogge in Sardegna e in Piemonte. 

ore 7:00

La situazione

L’area depressionaria che, proveniente dalla Francia, ha fatto il suo ingresso nel Mediterraneo occidentale, detterà l’evoluzione del tempo sull’Italia fino all’inizio della prossima settimana. Oggi è previsto un suo approfondimento con un minimo a ovest della Corsica, posizione dalla quale coinvolgerà in varie fasi la Sardegna e gran parte del Centronord con i fenomeni più importanti su Ligure, medio Tirreno e Nordovest: qui la neve abbondante sulle Alpi piemontesi potrà raggiungere quote fino ai 600-700 metri, localmente anche più in basso nel Cuneese.

La situazione

Il tutto sarà accompagnato da intensi e umidi venti di Scirocco che insisteranno anche nella giornata di lunedì con conseguenti fasi di precipitazioni importanti al mattino su Veneto, Toscana e Sardegna, nella seconda parte della giornata di nuovo al Nordovest ma con quota neve in rialzo oltre i 700-900 metri. Martedì gli effetti residui della perturbazione interesseranno ancora con precipitazioni irregolari il Nordovest, il settore tirrenico e le Isole, mentre da mercoledì si profilerebbe un miglioramento più significativo e diffuso.

Cronaca meteo: la situazione in tempo reale del 15 marzo 2015 | NEWS METEO.IT

Oggi

Nelle prossime ore al Sud e in Sicilia nuvolosità variabile alternata a fasi di sole. Iniziali parziali schiarite anche al Nordest e sul medio Adriatico, molte nubi già dal mattino altrove con precipitazioni diffuse in Piemonte, isolate nel nord della Sardegna, sparse su Lazio e Toscana. Nel pomeriggio piogge possibili sul resto del Centro, Lombardia, Emilia Romagna, in serata anche su Veneto e Trentino. Fenomeni intensi sono attesi tra Liguria, specie a Ponente, e Piemonte. Possibili rovesci anche sul medio Tirreno. Neve fino a 600-700 metri in Piemonte, oltre 900-1000 metri nel resto del Nord. Venti forti di Scirocco su Mar ligure, alto Tirreno, moderati altrove. Temperature minime in sensibile rialzo al Nordest e al Centrosud, massime in calo al Nord e nelle regioni centrali tirreniche (calo più sensibile al Nordovest), in aumento al Sud con punte di 20 gradi in Sicilia. Tra alcune città del Nordovest e altre del Sud e della Sicilia ci saranno più di 15 gradi di differenza (considerando gli estremi, domani Cuneo vedrà una massima di 3 gradi, Aosta e Torino 5 gradi contro i 20 gradi previsti ad esempio per Trapani e i 21 gradi di Palermo). Criticità: le precipitazioni saranno particolarmente intense e abbondanti su Piemonte occidentale e meridionale, Liguria centro-occidentale; anche temporalesche sulla Liguria. Possibili rovesci o temporali intensi nel settore tirrenico tra bassa Toscana e Lazio. Nevicate abbondanti in Piemonte, sulle zone collinari e montuose ( a 1000 metri potrà accumularsi più di mezzo metro di neve in 24 ore).

Oggi

Cosa è successo nei giorni appena trascorsi?

LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A MARZO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A FEBBRAIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A GENNAIO 2015
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A DICEMBRE 2014
LA CRONACA METEO GIORNO PER GIORNO A NOVEMBRE 2014


Pubblicato da meteo.it il 15 marzo 2015  

 

Cosa è successo nei giorni appena trascorsi?

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette