Colpo di coda dell'inverno: neve, vento forte e crollo delle temperature

La massa di aria artica nelle prossime ore raggiungerà l'Italia dando il via a una fase di maltempo tardo invernale

| Redatto da Meteo.it

Dopo il passaggio contemporaneo tra giovedì e venerdì di due distinti sistemi perturbati, un’altra perturbazione, la numero 3 di maggio, è attesa nella notte tra sabato e domenica: andrà a interessare inizialmente il Nord per poi coinvolgere il resto del Paese tra domenica e lunedì, dando luogo ad una intensa fase di maltempo di stampo tardo invernale. L’aria fredda di origine artica che la accompagna, infatti, si riverserà nel Mediterraneo attivando venti molto forti, con raffiche anche oltre i 100 km/h, e portando delle nevicate fino a quote insolitamente basse per il periodo dapprima sulle Alpi centro-orientali e successivamente sull'Appennino, a iniziare dal settore emiliano. Le temperature subiranno un calo anche di 10 gradi in 24-48 ore: i valori si porteranno fino a 8-10 gradi al di sotto della norma tra domenica e lunedì. La massa d’aria di origine artica al seguito della perturbazione darà luogo alla formazione di una circolazione ciclonica sull'Italia centrale in trasferimento lunedì verso l’Adriatico e successivamente, martedì, verso la Grecia con conseguente generale miglioramento del tempo.

Colpo di coda dell'inverno: neve, vento forte e crollo delle temperature | NEWS METEO.IT

Previsioni meteo per domenica. Su Nord-Est, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e nord delle Marche, cielo coperto con intense precipitazioni localmente anche temporalesche: fenomeni particolarmente insistenti tra Emilia orientale e Romagna, in esaurimento invece dal pomeriggio su Liguria e Lombardia durante la giornata. Nevicate sulle Alpi centrali e orientali fino a 600-800 metri di quota, neve anche in Appennino con limite delle nevicate a tratti fino a 500-600 metri nel settore emiliano. In giornata rovesci isolati possibili anche su Lazio, Campania e Calabria tirrenica. Sull'Appennino centrale quota neve in calo dalla sera fino a 1000 metri. Temperature in forte diminuzione al Centro-Nord e in Sardegna. Giornata ventosa per forti venti settentrionali, con addirittura raffiche tempestose anche oltre i 100 km/h in Liguria, Golfo di Trieste, Sardegna e aree alpine. Mari molto mossi o agitati con rischio mareggiate sulle coste esposte.

Colpo di coda dell'inverno: neve, vento forte e crollo delle temperature | NEWS METEO.IT

Previsioni meteo per lunedì. Tempo in prevalenza soleggiato al Nord-Ovest sin dal mattino. Al Nord-Est inizio di giornata nuvoloso con residue piogge in Romagna e nevicate sui rilievi oltre gli 800 m; nel pomeriggio tendenza ad ampie schiarite. Al Centro-Sud molte nuvole con tempo instabile su Marche, Abruzzo, Molise, regioni meridionali e intorno allo Stretto di Messina con piogge sparse e locali temporali; schiarite invece sulle regioni centrali tirreniche, Sardegna e Sicilia; nevicate nelle zone appenniniche dagli 800 metri delle Marche fino ai 1400-1500 m della Calabria. Mattinata fredda soprattutto al Centro-Nord. Temperature massime in rialzo al Nord, in ulteriore sensibile calo sul medio Adriatico e al Sud. Venti inizialmente ancora molto forti settentrionali ma in graduale attenuazione nel corso del giorno.

Colpo di coda dell'inverno: neve, vento forte e crollo delle temperature | NEWS METEO.IT

Foto iStock/Getty Images

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette