Clima, le temperature nelle grandi città potrebbero aumentare di 8 gradi entro il 2100

Uno studio ha lanciato l'allarme. Tuttavia l'ipotesi che gli scienziati continuano a ritenere più vicina alla realtà fissa l'aumento tra 2 e 3 gradi.

| Redatto da Meteo.it

Uno studio condotto da Francisco Estrada dell'Institute for Environmental Studies e pubblicato su Nature Climate Change lancia l'allarme: i cambiamenti climatici globali e il microclima delle grandi città potrebbe portare a un innalzamento della temperatura in questi centri abitati fino a 8 gradi. L'ipotesi, che ha analizzato le temperature di 1.692 metropoli per un periodo che va dal 1950 al 2015, fa una proiezione dell'incremento della temperatura da 5 a 7 gradi con picchi di 8. Questo cambiamento andrebbe a pesare sulla qualità della vita dei cittadini, sull'ambiente e sul Pil locale e globale. La rotta che Estrada disegna per evitare questa condizione si basa sulla riduzione dell'Urban Heat Island, possibile piantando alberi e limitando la cementificazione, nonché sul rispetto degli Accordi di Parigi, che prevedono azioni volte a limitare l'innalzamento della temperatura globale entro i 2 gradi. Cambiamento climatico

Cambiamento climatico

Tuttavia l'ipotesi di Estrada supera di gran lunga quella fatta dagli scienziati di tutto il mondo e considerata la più scientificamente probabile. Come riporta il Centro Epson Meteo, l'aumento di temperatura stimato per il 2100 è di 3-4 gradi nelle metropoli, soglia altrettanto grave, ma non quanto quella prospettata da Estrada. È possibile che quest'ultima sia stata diffusa più per spingere l'acceleratore sulla richiesta di impegno da parte dei big player che condizionano le sorti del pianeta, come gli Stati Uniti, nella lotta ai cambiamenti climatici.

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette