Camminare sulle scale mobili è controproducente

Assecondare il movimento e attendere immobili di arrivare alla fine della corsa permette alla macchina di eseguire migliori performance.

| Redatto da Meteo.it

Sulle scale mobili è meglio non camminare, perché lavorano meglio e in maniera più efficiente e sicura se tutti stanno fermi. Lo spiegano gli esperti, ribaltando una convinzione diffusa nella frenesia dell'era moderna per cui solo pigri e fannulloni non assecondano il movimento del trasportatore restando fermi sui gradini e spesso intralciando chi ha fretta in metropolitana, in aeroporto o in un centro commerciale. Sembra un paradosso, ma camminare sulle scale mobili rallenta il flusso di passeggeri e le rende meno efficienti. Lo ha scoperto una ricerca effettuata nella stazione di Holborn, nel centro di Londra, ripresa da Agi, dove ogni anno transitano circa 56 milioni di passeggeri. Già nel 2011 una ricerca aveva stabilito che il 25% delle persone cammina sulle scale mobili, mentre il 75% preferisce restare fermo. Non ha quindi senso destinare una corsia sulle scale mobili, quindi la metà dello spazio, al 25% dei passeggeri.

Scale mobili

Forti di questa ricerca, effettuata dall’università di Greenwich, gli addetti alla metropolitana di Londra hanno condotto l’esperimento nella stazione di Holborn, chiedendo ai passeggeri di stare fermi e di occupare tutto lo spazio disponibile, per poi confrontare i dati con un altro momento nel quale invece i passeggeri erano liberi di comportarsi come meglio credono. Il risultato: se tutti stanno fermi, in un minuto salgono 31,25 persone in più (112,745 persone al minuto contro 81,25). In un’ora la scala mobile della stazione di Holborn, che di solito porta nell’ora di punta in media 12.745 passeggeri, è riuscita a trasportarne ben 16.200. L’unica vera difficoltà, secondo i ricercatori, sarebbe l’impiego di risorse per convincere le persone a stare ferme.

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette