Vulcanismo attivo su Venere

Ricercatori del Max Planck Institute for Solar System Research, utilizzando dati della sonda dell’Agenzia Spaziale Europea Venus Express hanno scoperto chiare evidenze di vulcani attivi sul pianeta che, per dimensioni, è molto simile alla Terra: Venere. Questo pianeta è molto difficile da studiare perché possiede una spessa atmosfera composta per lo più da anidride carbonica (CO2), impenetrabile ad ogni strumento di osservazione visiva. E’ per questo che la superficie è stata studiata attraverso il rilevamento radar, le cui onde possono penetrare la spessa coltre atmosferica. A questo tipo di rilevamento ci aveva pensato, negli anni Novanta, una sonda della Nasa, Magellano, che rilevò la presenza di numerosi vulcani e colate di lava in grandi quantità. Ma con quel tipo di rilevamento non si riuscì a capire se i vulcani erano attivi o meno.

Vulcanismo attivo su Venere | NEWS METEO.IT

Una rappresentazione di come potrebbe essere il paesaggio di Venere vicino ad una delle aree in cui si ipotizza che possa esserci del vulcanismo attivo

Ma ora, grazie ai dati della sonda Venus Express, che pochi mesi or sono ha terminato la sua ricerca attorno al pianeta, se ne ha la certezza. Ma vediamo come i ricercatori sono arrivati a tale conclusione. In uno studio pubblicato nel 2010 si scoprì che la radiazione infrarossa proveniente da tre regioni diverse di Venere era diversa da quella di altre aree. Si ipotizzò che ciò fosse dovuto a lava che il pianeta aveva estruso meno di 2,5 milioni di anni fa. Nel 2012 poi, un’altra ricerca, sempre legata a Venus Express, aveva dimostrato che nell’atmosfera di Venere vi erano dei picchi di anidride solforosa che facevano pensare che il vulcanismo potesse essere attuale. Ora, utilizzando uno strumento che osserva nel vicino infrarosso che serve per mappare le emissioni termiche di una superficie, i ricercatori hanno individuato superfici molto “brillanti”, ossia molto calde, che compaiono nell’arco di pochi giorni. Spiega Eugene Shalygin: “In vari punti del pianeta abbiamo osservato improvvisi riscaldamenti della superficie che poi si raffreddano in pochi giorni. In almeno 4 casi le aree di improvviso riscaldamento si sono verificate in zone che si ipotizza vi siano dei rift (ossia delle grandi fratture come quelle che sulla Terra separano le zolle) e questo fa pensare che l’unica spiegazione del fenomeno osservato sia l’arrivo di magma in superficie”.

Vulcanismo attivo su Venere | NEWS METEO.IT

Rappresentazione della sonda Venus Express dell’Esa che per otto anni ha studiato le caratteristiche dell’atmosfera di Venere

L’area in cui si trovano queste manifestazioni vulcaniche si trovano lungo il rift Ganiki Chasma, vicino ai grandi vulcani Ozza Mons e Maat Mons. Qui la temperatura al suolo sembra essere arrivata a 830°C, che è molto superiore alle aree circostanti dove la temperatura è permanentemente attorno ai 480°C.

Vulcanismo attivo su Venere | NEWS METEO.IT

La superficie di Venere è stata ricostruita attraverso il radar a bordo della sonda Magellano che ha rilevato dettagli fino a poche centinaia di metri di diametro. Numerosi sono i vulcani presenti sulla superficie alti anche più di 8.000 metri

L’attività dei vulcani è molto probabilmente da imputare al calore presente all’interno del pianeta prodotto da un’elevata quantità di materiali radioattivi. L’energia produrrebbe grandi riserve di magma che giungono in superficie originando vulcani. Sembra che una volta ogni 500 milioni di anni circa l’intera superficie del pianeta venga completamente rimodellata da cataclismatiche eruzioni. Non era chiaro tuttavia, se anche oggi Venere avesse dei vulcani attivi o meno, ora possiamo sciogliere l’enigma e dire che esistono realmente.

Leggi anche:

• Tramonto blu su Marte

• In prima fila per l'evento del millennio

• Scoperto l'anellone di Saturno
• La Galassia più splendente mai scoperta
• Quartetto di Quasar: l'eccezionale scoperta 
• Ghiaccio sepolto sul Pianeta Rosso
• Persa nel vuoto cosmico
• "Fu la luce" e subito dopo "fu l'acqua"
• Lo spettacolo dei Geyser di Encelado

 


Pubblicato da Meteo.it il 22 giugno  2015
Redattore Scientifico - Luigi Bignami    

Vulcanismo attivo su Venere | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette