IC1613, una galassia informe, ma pulitissima e di grande aiuto per gli astronomi

Si tratta di una galassia nana al cui interno esistono stelle con particolari caratteristiche. Danno modo agli astronomi di misurare galassie lontanissime dove si trovano loro sorelle

La maggior parte delle galassie a noi note sono isole composte da centinaia di migliaia se non miliardi di stelle che sono quasi sempre accompagnate da una grande quantità di polveri e gas che spesso le oscurano. Ma c’è una galassia - qui sotto fotografata recentemente con grande dettaglio dal Telescopio VLT dell’Eso, che si trova in Cile - che è davvero al di fuori del comune. Si tratta della “galassia nana” denominata con la sigla IC1613 che si trova nella costellazione della Balena, la quale ha un contenuto di polveri davvero insignificante. Si tratta di una galassia davvero pulita. Tra l’altro essa si trova in una direzione del cielo dove anche nella nostra galassia c’è poca polvere e ciò dà modo agli astronomi di poterla studiare con grande precisione.

IC1613, una galassia informe, ma pulitissima e di grande aiuto per gli astronomi | NEWS METEO.IT

L’immagine della galassia IC 1613 è stata ripresa con una macchina fotografica nota come OmegaCAM, 256 milioni di pixel (le macchine fotografiche dei nostri cellulari si arrivano a 14 milioni di pixel) ed è montata su un telescopio da 2,6 metri di diametro. Crediti: Eso

IC1613 è una galassia che fa parte del Gruppo Locale, ossia di un gruppo di circa 50 galassie a cui appartiene anche la nostra Via Lattea che interagiscono tra loro. La galassia “pulita”, che si trova a 2,4 milioni di anni luce da noi, è nota dal 1906 quando venne scoperta da Max Wolf. Poi, nel 1928 il connazionale Wlater Baade riuscì, con un telescopio da 2,5 metri di diametro, a distinguere per la prima volta le singole stelle che compongono la galassia. Studiando la loro distribuzione e il loro numero si è potuto stabilire che si tratta di una galassia nana irregolare, ossia di una vero e proprio ammasso di stelle senza una forma tipica di molte galassie dell’Universo.

IC1613, una galassia informe, ma pulitissima e di grande aiuto per gli astronomi | NEWS METEO.IT

Una tra i miliardi di galassie dell’Universo fotografata dal telescopio spaziale Hubble: NGC 4845 che si trova a 65 milioni di anni luce da noi. E’ una galassia con una sua forma ben definita a spirale, con al suo inteno una grande quantità di gas e polveri. Crediti: Nasa/Esa

Ma la possibilità di osservare con grande dettaglio le stelle, ha permesso di scovare tra loro due tipi di astri particolarmente interessanti: le variabili Cefeidi e le variabili RR Lyrae. Queste ultime, in particolare, si trovano, oltre che nelle Nubi di Magellano, solo in questa galassia tra quelle del Gruppo Locale. Ma perché queste stelle sono così importanti? Perché sia le Cefeidi che le RR Lyrae sono stelle che pulsano ritmicamente, diventando più brillanti a intervalli molto precisi. Questa caratteristica rende tali stelle dei fari nell’Universo che permettono di calcolare la distanza delle galassie più lontane, all’interno delle quali si trovano, semplicemente verificando la loro luminosità. In altre parole se si conosce la luminosità assoluta di una candela e la si porta a distanze diverse si potrà risalire alla loro distanza perché conosciamo la luminosità con la quale appare e la luminosità assoluta della candela stessa. Questo vale anche per quelle stelle.

IC1613, una galassia informe, ma pulitissima e di grande aiuto per gli astronomi | NEWS METEO.IT

Una stella Cefeide fotografata dal telescopio spaziale Hubble in momenti diversi. Si può notare la variazione di luminosità nel corso del tempo. Si trova nella galassia M100 a 52 milioni di anni luce dalla Terra. E’ grazie anche alle stelle variabili che s è potuto determinare con precisione la distanza della galassia Crediti: Nasa/Esa

Conoscendo con precisione qual è la loro luminosità è possibile stabilire la distanza a cui si trovano in base alla luce che raccogliamo. E’ per questo che sia le Cefeidi che le RR Lyrae sono chiamate “candele standard”. Ecco perché la galassia IC1613 risulta di grande interesse per gli astronomi: avere infatti, stelle di tal genere che si possono seguire con estrema chiarezze nel corso del tempo permetterà di conoscerle sempre meglio e quindi di effettuare misure sempre più affinate di stelle simili in galassie lontane anche miliardi di anni luce.

Leggi anche:

• Prima città europea sulla Luna
• Planet Nine esiste
• L'uragano rosso di Giove
• Il primo fiore dello Spazio
• Marte: vista mozzafiato
• In prima fila per l'evento del millennio
• Nel deserto di Marte
• Scoperte cinque stelle sorelle

• Sistema Solare 2.0
• Superluna Rosso Sangue
• Vulcanismo attivo su Venere
• Il Pianeta scomparso
• Orizzonti inesplorati: uomo su Plutone


Pubblicato da Meteo.it il 28 gennaio 2016

Redattore Scientifico - Luigi Bignami  

IC1613, una galassia informe, ma pulitissima e di grande aiuto per gli astronomi | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette