Che tempo fa su quel Pianeta? Tira vento

Per la prima volta si è riusciti a seguire il movimento dei venti su un pianeta distante 63 anni luce dalla Terra. Un passo importante per lo studio delle atmosfere dei pianeti extrasolari

Venti a più di 2 chilometri al secondo o se si vuole a più di 7.200 chilometri all’ora sono stati scoperti soffiare attono ad un pianeta che si trova al di fuori del sistema solare. A misurare per la prima volta la velocità dei venti su un altro pianeta sono stati ricercatori dell’Università di Warwich (UK). I venti soffiano ad una velocità 20 volte superiore a quelli più forti mai registrati sul nostro pianeta, una velocità che è più di sei volte quella del suono. Spiega Tom Louden, responsabile dello studio: “E’ la prima volta che si è riusciti ad avere un quadro preciso dei venti su un altro pianeta. Finora si era potuto solo identificare la loro presenza qua e là su altri pianeti, ma questa volta abbiamo una vera carta meteorologica”

Che tempo fa su quel Pianeta? Tira vento | NEWS METEO.IT

In questo disegno il pianeta HD189733b è immaginato davanti alla sua stella. In parte è illuminato. In questa fascia appare di un colore bluastro perché sembra che all’interno dell’atmosfera vi siano dei silicati. Crediti: Mark A. Garlick/University of Warwick

Il pianeta in questione è chiamato con la sigla HD 189733b, il quale si trova a a ruotare attorno ad una nana arancione ad appena 63 anni luce dalla Terra. I venti studiati si muovono dal suo lato diurno a quello notturno. Ma come si è riusciti a misurare la loro velocità? Spiega Louden: “Si è riusciti usando la spettroscopia ad alta risoluzione dell'assorbimento del sodio presente nell’atmosfera. Ruotando, la lunghezza d’onda di questo elemento cambia per effetto doppler e questo ci ha permesso di misurare la velocità di spostamento e quindi la velocità del vento in quota”.

Che tempo fa su quel Pianeta? Tira vento | NEWS METEO.IT

Un altro disegno che rappresenta HD 189733b come potrebbe apparire ai nostri occhi se dovessimo avere la possibilità di avvicinarsi. Il colore blu non è dato dall’acqua, come avviene per la Terra, ma per la presenza di silicati nell’atmosfera. Crediti: Esa/Hubble

Un concetto non semplice, ma che si potrebbe semplificare dicendo che il sodio, un elemento chimico, si presenta ai nostri occhi con un colore ben definito (che lo spettrometro rileva con precisione) Se esso si muove, il suo colore cambia, come cambia il suono di una sirena di un’ambulanza quando si avvicina all’orecchio e quando si allontana. Studiando tale variazione di colore della luce si può determinare la velocità con la quale il sodio si muove nell’atmosfera che ovviamente è trascinato dai venti.

La tecnica utilizzata per questo studio è molto innovativa e ora si spera di poterla applicare anche su altri pianeti così da studiare la loro meteorologia. Spiega Peter Wheatley del Gruppo di Astrofisica dell’Università di Warwick: “Siamo entusiasti per i risultati ottenuti. Ora ci aspettiamo di affinare la tecnica così da poter studiare il tempo di pianeti via via sempre più piccoli per arrivare allo studio della meteorologia di pianeti grandi come la Terra”.

Che tempo fa su quel Pianeta? Tira vento | NEWS METEO.IT

Un’altra ricostruzione del pianeta HD 189733b. Si trova relativamente vicino alla Terra in quanto la distanza tra noi e il pianeta è di “soli” 63 anni luce. Crediti: NASA, ESA & G. Bacon

HD 189733b è uno dei più studiati pianeti di una classe di oggetti noti come 'Hot Jupiters', ossia pianeti grandi o più grandi di Giove e molto caldi perché rispetto a Giove sono decine di volte più vicini alla loro stella. HD 189733b in particolare, ruota attorno alla sua stella madre ad una distanza di soli 4,5 milioni di chilometri, una nullità. Ed è questo il motivo per cui HD 189733b sembrerebbe avere una temperatura superficiale di 1.800°C. Studi precedenti a questo avevano osservato una certa luce bluastra sulla superficie indicando la presenza nubi ricche di silicati, ancora difficili da spiegare.

Leggi anche:

• Le eccezionali scoperte di New Horizon
• L'uragano rosso di Giove
• La luna blu e la sua leggenda
• Marte: vista mozzafiato
• In prima fila per l'evento del millennio
• La stelle troppo vicina ad un buco nero
• Scoperte cinque stelle sorelle

• Sistema Solare 2.0
• Superluna Rosso Sangue
• Vulcanismo attivo su Venere
• Il Pianeta scomparso
• Orizzonti inesplorati: uomo su Plutone


Pubblicato da Meteo.it il 16 novembre 2015

Redattore Scientifico - Luigi Bignami  

Che tempo fa su quel Pianeta? Tira vento | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette