Asma, in crescita nei bambini per colpa di smog e clima

Da Genova parte l'allarme: i bambini in fascia pediatrica residenti nelle grandi città manifestano maggiormente i sintomi

| Redatto da

Asma e allergie (leggi l'approfondimento) in aumento nei bimbi in fascia pediatrica: l'allarme arriva dall'ospedale di Villa Scassi di Genova. Secondo i medici a causa delle  emissioni inquinanti e dei  cambiamenti climatici, i bimbi in fascia pediatrica manifestano maggiormente diversi sintomi, come ad esempio le allergie alimentari o la dermatite atopica. “In Italia circa il 30% dei bambini è affetto da allergia - spiega Stefano Macciò, primario di neonatologia all'ospedale Villa Scassi -. Il 10% sotto i 14 anni presenta asma soprattutto nelle fasce d'età 6-7 anni e 13-14 anni; il 20% è affetto da rinite allergica e il 15% presenta dermatite atopica. La prevalenza nella fascia pediatrica è in aumento soprattutto in ambito metropolitano”.

Consulta lo Speciale polline

Bambino afflitto dall'asma

L'influenza dei cambiamenti climatici

Gli esperti hanno osservato che i sintomi di questo nuovo picco di asma e allergie sono la dermatite atopica e gli allergeni alimentari, che sorgono intorno ai primi 2 anni di vita. Tra gli allergeni ci sono acari, epiteli di animali e muffe tra i 2 e i 4 anni, e da pollini in età successive. L'influenza dei cambiamenti climatici si fa sentire sul periodo di insorgenza e sulla durata dei sintomi: “in caso di aumento precoce delle temperature - fa notare Macciò - le pollinosi iniziano prima e durano più a lungo”.

Consulta lo Speciale polline


Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette